FAQ • Vino e digitale

Ti basta per leggerlo tutto

Come applicare le norme sull’enoturismo?

Ho una attività di produzione e commercializzazione di vino organizzata con una srl. Non siamo una società agricola in quanto trasformiamo in maggior parte uva da noi acquistata. Abbiamo due sedi una delle quali è una cantina posta in area agricola di un fondo agricolo di vigneti di nostra proprietà. Vorremmo applicare le norme sull’enoturismo. E’ possibile?

La legge istitutiva dell’enoturismo non brilla certo per chiarezza e lungimiranza. Ne è la prova che ad oggi solo la Regione Toscana ha attuato il provvedimento previsto dal decreto MIPAAF del 12/3/2019 in cui si prevede che le regioni debbano definirele funzioni di vigilanza, di controllo e sanzionatorie sull’osservanza delle disposizioni” relativa all’enoturismo.

In questo provvedimento la Regione Toscana ha ristretto l’applicabilità delle norme sull’enoturismo al settore agricolo inserendo quanto di sua competenza nella legge regionale sull’agriturismo.

In questo quadro legislativo incerto e poco chiaro, diventa difficile, per una società non agricola, utilizzare delle norme che teoricamente, stando alla lettera della norma, sono possibili anche per loro.

Le attività enoturistiche sono però molto importanti per l’economia del sistema vitivinicolo e la loro realizzazione assicura un crescente reddito e nuovi canali diretti di vendita. Si tratta infatti di attività quali, ai sensi dell’articolo 1, comma 502, L. 205/2017, la “.. conoscenza del vino espletate nel luogo di produzione, le visite nei luoghi di coltura, di produzione o di esposizione degli strumenti utili alla coltivazione della vite, la degustazione e la commercializzazione delle produzioni viticole aziendali, anche in abbinamento ad alimenti, le iniziative a carattere didattico e ricreativo nell’ambito delle cantine.”.

A nostro avviso l’unica possibilità di realizzare queste attività è quella dar vita ad una società agricola alla quale affidare la cura dei vigneti e dei locali da adibire alle attività di vendita diretta, degustazione, iniziative didattiche e quant’altro possibile nell’ambito delle attività agricole connesse.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Vino e digitale", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *