Vino e digitale

L’impresa vitivinicola e la cantina sono aziende che, operando in un contesto molto competitivo, reso oggi più difficile dalla situazione pandemica mondiale, devono saper generare valore e distribuirlo. È necessaria una gestione aziendale che tenda all’eccellenza. Se ogni sorso di vino genera un giudizio e una valutazione in chi lo beve (spronando il produttore a migliorarlo), come possiamo stimolare un percorso altrettanto virtuoso nella gestione aziendale?
Fare vino richiede molti investimenti: vigneti, cantina, prodotto in invecchiamento. Esiste, certo, un ciclo di produzione annuale scandito dai tempi della natura, ma anche un ciclo economico e finanziario che si esplica nel lungo periodo. Servono marginalità, flussi economico-finanziari e una fiscalità che garantisca la stabilità e lo sviluppo dell’azienda nel lungo periodo.
Come sviluppare strategie di collaborazione e reti di impresa per crescere? Come ottimizzare la pressione fiscale e strutturare al meglio l’impresa vitivinicola o il gruppo di imprese a cui appartiene? Come aumentare il vantaggio competitivo e la marginalità con il supporto del software? E ancora, come cambia il controllo di gestione nelle imprese vitivinicole digitali? Come finanziare i progetti di sviluppo? Nelle fasi di ricambio generazionale, quali strumenti possono essere utilizzati per tutelare l’identità aziendale e avere un basso impatto in termini fiscali? In questa rubrica, cerchiamo di rispondere alle domande delle imprese vitivinicole che vogliono migliorare la managerialità delle loro organizzazioni.