Parliamo di

Tempo di lettura:

Tempo di lettura:

GDPR, la nuova privacy europea

AziendeProfessionisti e Pubblica Amministrazione dovranno esaminare e conformare alla nuova normativa Privacy la gestione dei dati di dipendenticollaboratoriclienti, e fornitori.
Il fine è quello di prevenire la perdita di dati personali, impedirne la condivisione non autorizzata e garantirne l’accesso nonché il controllo ai soli interessati.
Questo prevede la nuova normativa europea Privacy, che cambia totalmente la prospettiva della precedente, istituendo un quadro giuridico incentrato sui doveri e sulla responsabilità del Titolare del trattamento dei dati.
“Prevenire” e “dimostrare” sono le parole chiavi del nuovo Regolamento UE sulla Protezione dei Dati Personali (GDPRGeneral Data Protection Regulation) già in vigore da maggio 2016.
La ricaduta sulle organizzazioni di qualsiasi dimensione è enorme sia da un punto di vista tecnologico che di processo e manca meno di un anno al 25 maggio 2018, data ultima di adeguamento obbligatorio.
Da oggi apriamo una rubrica sulla tematica del GDPR.
Ecco i primi argomenti che tratteremo nei prossimi giorni:

  • Il GDPR cambia il Codice della Privacy italiano

Il nuovo Regolamento UE 2016/679 protegge le persone attraverso i loro dati.

  • Quando i dati digitali diventano personali

I nuovi diritti degli interessati nel GDPR.

  • Il DPO e il suo ruolo di sentinella

Una nuova figura a tutela del Regolamento UE 2016/679.

  • Prevenire è meglio che curare

L’analisi dei rischi come priorità per la sicurezza dei dati

  • Un progetto per adeguarsi al nuovo Regolamento Europeo della privacy

La conformità al GDPR sarà il risultato di un faticoso processo di adeguamento: DPIA, attività e responsabilità.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Parliamo di", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *