news

AgID sospende l’accreditamento dei conservatori accreditati

AgID sospende l’accreditamento dei conservatori accreditati

26/10/2016
Digitalizzazione

A decorrere dal 14 settembre scorso, a seguito dell’entrata in vigore del decreto legislativo 26 agosto 2016 n.179, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha sospeso l’accreditamento dei soggetti che svolgono l’attività di conservazione dei documenti informatici, al fine di consentire loro di allegare la relazione di valutazione della conformità rilasciata da uno degli organismi di valutazione che saranno individuati da Accredia.

 

Il decreto legislativo 26 agosto 2016 n.179, è infatti intervenuto a modificare il Codice dell’Amministrazione Finanziaria (decreto legislativo 7 marzo 2005 n.82),  prevedendo all’art. 29 primo comma che “I soggetti che intendono avviare la prestazione di servizi fiduciari qualificati o svolgere l’attività di gestore di posta elettronica certificata, di gestore dell’identità digitale di cui all’articolo 64, di conservatore di documenti informatici di cui all’articolo 44-bis presentano all’AgID domanda, rispettivamente, di qualificazione o di accreditamento, allegando alla stessa una relazione di valutazione della conformità rilasciata da un organismo di valutazione della conformità accreditato dall’organo designato ai sensi del Regolamento CE 765/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 luglio 2008 e dell’articolo 4, comma 2, della legge 23 luglio 2009, n. 99”.

 

Ad oggi i conservatori accreditatidi cui all’articolo 44-bis del CADsono 69, ed un loro elenco è consultabile sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

 

 

www.agid.gov.it

 

 

 

A cura di Umberto Zanini, Dottore Commercialista e Revisore Legale

 

 

Comments are closed.