Innovazione digitale

Tempo di lettura:

Tempo di lettura:

Guida al deposito telematico della nomina sul Portale dei Depositi Telematici

Come è noto da alcune settimane è stato attivato – su tutto il territorio nazionale – il deposito degli atti ex art. 415bis c.p.p. in via digitale. Tale modalità di deposito – stante l’attuale stato di emergenza sanitaria – è obbligatorio in virtù del disposto di cui all’all’art. 24 comma 1 D.L. 137/2020. Cerchiamo quindi di comprendere quali siano i passaggi da effettuare per poter correttamente predisporre la trasmissione di atti attraverso il PDP.

La procedura di deposito dovrà perfezionarsi tramite invio diretto agli Uffici della Procura attraverso l’accesso al suddetto “PDP”, tale servizio è attivo all’interno del Portale dei Servizi Telematici del Ministero (vedi fig. 1).

Portale Deposito atti Penali
Fig. 1 – Portale Deposito atti Penali

Per l’accesso sarà quindi necessario l’utilizzo dell’autenticazione CNS (Carta Nazionale dei Servizi) e quindi della chiavetta di firma digitale.

In primis è da sottolineare come, per poter effettuare correttamente l’accesso, l’utente dovrà essere censito nel REGINDE (Registro Generale degli Indirizzi Elettronici), registro in cui sono normalmente già inseriti tutti gli Avvocati che abbiano comunicato il proprio indirizzo PEC al Consiglio dell’Ordine di appartenenza. Altro elemento da evidenziare è attinente all’iter di deposito, ossia, per poter – ad esempio – correttamente trasmettere delle memorie o delle istanze ex art. 415bis c.p.p., il Difensore dovrà sempre prima aver trasmesso la propria nomina. Qualora tale trasmissione sia avvenuta in modalità cartacea, sarà comunque necessario provvedere ad una nuova trasmissione telematica del medesimo atto; ciò al fine di essere correttamente censiti all’interno del fascicolo del procedimento.

Una volta effettuato l’accesso al PDP, quindi, dovremo procedere alla selezione dell’Ufficio presso il quale operare, per poi procedere con il deposito (vedi fig. 2).

Selezione Ufficio di riferimento Portale dei Depositi Telematici
Fig. 2 – Selezione Ufficio di riferimento

Nella schermata successiva potremo, quindi, scegliere se depositare una nomina oppure un atto successivo (vedi fig. 3); come detto la prima attività da porre in essere sarà proprio quella del deposito della nomina digitalizzata.

Deposito nomina Portale dei Depositi Telematici
Fig. 3 – Deposito nomina

Dopo aver selezionato “Deposito Nomina”, dovremo aggiungere i dati relativi al procedimento di interesse per poi cliccare su “aggiungi allegato” (vedi fig. 4).

Aggiunta allegato Portale dei Depositi Telematici
Fig. 4 – Aggiunta allegato

Al fine di perfezionare il deposito della nomina, vi sono da tenere presenti alcuni elementi essenziali:

  1. Nonostante l’art 5 comma 2 delle specifiche tecniche in materia di deposito telematico degli atti attraverso il PDP, preveda che la nomina inoltrata a seguito del provvedimento di cui all’art. 415bis possa anche essere oggetto di scansione, di fatto qualora il software ministeriale non riesca a rintracciare i dati del procedimento all’interno del file da noi inviato, potrebbe generare un errore in fase di validazione del deposito; per tale ragione si consiglia di inserire come atto principale una nota di deposito. Tale atto non dovrà essere oggetto di scansione, ma essere stato ottenuto dalla trasformazione in PDF di un documento testuale (ad esempio redatto tramite Word o altro programma di scrittura)
  2. Per i motivi di cui al numero precedente, quindi, la scansione della nomina – firmata digitalmente dal Difensore – dovrà essere inserita come ulteriore allegato all’invio telematico.

Si ricorda che la dimensione massima dei documenti trasmessi non dovrà superare i 30MB.

  • All’interno della nota di deposito di cui al precedente punto 1, dovranno risultare in modo chiaro tutti i dati del procedimento di cui alla precedente fig. 4.
  • Dopo aver proceduto ad allegare i file da inviare, sarà necessario associare il deposito al nome dell’indagato per il quale si sta depositando la nomina.

Una volta conclusa l’intera procedura di invio, potremo verificare lo stato della nostra trasmissione telematica, nell’area “Elenco Depositi Nomine” (vedi fig. 5)

Elenco Depositi Nomine Portale dei Depositi Telematici
Fig. 5 – Elenco Depositi Nomine

Quando l’invio telematico risulterà accettato da parte della Segreteria del PM, si potrà eventualmente procedere al deposito di istanza e memorie.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Innovazione digitale", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *