FAQ • Crisi di impresa

Le deroghe dei vari decreti del periodo emergenziale enfatizzeranno il concetto della funzione informativa del bilancio?

La diffusione del Covid-19 e la contrazione economica ad essa connessa, hanno indotto il Governo ad introdurre una serie di deroghe normative quali ad esempio il blocco degli ammortamenti, la rivalutazione facoltativa di alcuni beni aziendali nonché l'attenuazione alla rigida valutazione del presupposto della continuità aziendale. Fermo restando, dunque, gli effetti sul bilancio, ci si chiede se tali modifiche influenzeranno la portata informativa del bilancio ed in particolare la redazione della nota integrativa.

È evidente che le deroghe introdotte dai vari decreti legislativi emanati a fronte dell’emergenza Covid-19 enfatizzeranno il concetto di funzione informativa del bilancio, soprattutto per quanto riguarda la redazione della Nota Integrativa.

L’applicazione delle norme di legge eccezionalmente in essere, come ad esempio il blocco degli ammortamenti, influenzerà il valore delle poste iscritte in bilancio, rendendo di fatto più difficoltosa anche la comparazione fra bilanci.

Al fine, dunque, di evitare dubbi in merito alla lettura e l’interpretazione dei dati rappresentati da parte dei vari stakeholders, in primis le banche, sarà necessario che la governance fornisca, in Nota Integrativa, adeguate e giustificate motivazioni a corredo delle scelte assunte, mettendo in evidenza le poste di bilancio su cui si è intervenuto, in comparazione con i dati delle medesime voci riferite all’anno precedente,  e gli effetti causati dell’emergenza epidemiologica in corso. Risulterà infatti utile dimostrare come si tratti di interventi mirati a fronteggiare la crisi temporanea in corso non rilevante ai fine della valutazione della continuità aziendale.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Crisi di impresa", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *