news

Brand Online

Brand Online

24/07/2018
Idee digitali

Come monitorare il sentiment

 

Oggi, monitorare costantemente la reputazione online della propria azienda è indispensabile per non farsi trovare impreparati e intervenire in caso di situazioni di crisi che potrebbero danneggiare l’immagine del proprio brand.

Il vostro brand, indipendentemente dalle attività online che svolgete, esiste già sul web grazie agli UGC (Users Generated Contents) i contenuti generati dai vostri utenti.

Una recensione su Amazon, una foto su Twitter o un post su Facebook, sono tutti contenuti che influenzano l’acquisizione di nuovo clienti.

Essere presenti sui canali su cui vivono i nostri utenti è importante, ed è ancora più importante rispondere non solo alle menzioni positive, per stimolare la conversazione, ma anche e soprattutto a quelle negative.

Rispondere è il primo passo per dimostrare di essere attenti alle opinioni dei vostri clienti e per comunicare a chi non è ancora vostro cliente che il vostro brand è aperto al dialogo.

Il monitoraggio della reputazione online o web reputation consiste nella raccolta di tutto ciò che viene detto online riguardo ad una determinata azienda all’interno di qualsiasi piattaforma.

Fortunatamente, esistono dei tool in grado di intercettare rapidamente possibili commenti negativi e lamentele da parte degli utenti in modo da poter avere subito la possibilità di replicare alle critiche e attivare i processi di CRM aziendali.

I tool di social media monitoring sono dei servizi di monitoraggio multipiattaforma che vi consentono di attivare degli alert corrispondenti a determinate parole chiave.

Uno degli strumenti di media monitoring più utilizzato è Mention che a differenza degli altri, incrocia i dati ricercando le parole chiave sia nelle notizie presenti sul web sia all’interno dei social media, per ricavare una panoramica globale di tutti gli utenti e delle menzioni che il vostro brand ha avuto online.

Dopo l’iscrizione alla piattaforma, il sistema richiede di scegliere delle parole chiave da associare al proprio brand, le ricerche verranno effettuate in base a quelle parole chiave.

Mention offre cinque diverse possibilità di monitoraggio e analisi:

  • Real Time Monitoring, utile in corrispondenza di eventi particolari che coinvolgono il vostro brand per un monitoraggio in tempo reale.
  • Competitive Analysis, utile per valutare l’efficacia di campagne di notorietà e confrontare i propri risultati con il sentiment dei competitors.
  • Find Influencer per trovare gli utenti che più parlano del tuo brand. Gli influencers vengono classificati con un punteggio.
  • Reports per ricevere le analisi relative al sentiment online del proprio brand in base alle menzioni.

 

Mention è solo uno dei tanti tool per il monitoraggio del proprio brand online, altri che consigliamo di provare ad utilizzare sono: Google Alerts, il servizio di Google che invia una mail al proprio indirizzo quando vengono rilevati nuovi articoli online che presentano le parole chiave selezionate, Hootsuite, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, utile per il real time monitoring e TweetDeck, specializzato nel monitoraggio su Twitter.

Dopo aver scelto lo strumento che soddisfa di più i propri bisogni, sono da tenere in considerazione tre aspetti che si possono ricavare dall’analisi dei report:

  • il sentiment globale di marca: ci sono improvvisi cali o picchi nelle conversazioni? i clienti parlano positivamente o negativamente del vostro brand?
  • La distribuzione geografica: dove sono concentrati gli utenti geograficamente? Quali sono i mezzi di comunicazione in cui avviene maggiore conversazione?
  • Gli Influencer: gli opinion leader sono dei veri e propri punti di riferimento di un determinato ambito e possono distruggere o esaltare il vostro brand. Inoltre, Mention assegna un punteggio ad ogni influencers in base alla compatibilità con il vostro brand.

 

Partendo dalle analisi mensili di questi tre aspetti, si potranno elaborare delle strategie per aumentare la propria notorietà online e raggiungere più clienti, stimolando una conversazione online con i propri clienti.

 

 

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.