news

Digital Gamification

Digital Gamification

05/12/2017
Idee digitali

La narrazione che punta sul gioco e il coinvolgimento attivo

 

Gamification è ormai una parola sempre più popolare e sempre più presente nelle strategie di digital marketing.

Stando alle previsioni di MarketsandMarkets, il settore della Gamification dovrebbe vedere il volume di affari crescere da 1,65 miliardi di dollari circa del 2015 a 11,1 miliardi di dollari entro la fine 2020.

Ma di cosa si tratta esattamente? Come suggerisce il termine, la Gamification deriva dall’inglese Game (gioco) e nasce nel 2002 da una proposta di Nick Pelling, programmatore di giochi.

Diventata popolare a partire dal 2010, indica quell’insieme di regole che sono state mutuate dal mondo di successo dei videogiochi e che si propongono di applicare le dinamiche ludiche ad attività che non hanno direttamente a che fare con il gioco. In particolare, parliamo del marketing e di numerosi ambiti nei quali è possibile applicare la Gamification: siti, servizi, community, contenuti specifici oppure campagne.

Una campagna di gamification, infatti, se integrata all’interno di una più vasta strategia di marketing, può rivelarsi uno strumento molto efficace per aumentare la brand awareness e fidelizzare i clienti.

 

I vantaggi della Gamification

Strettamente legata al concetto di interattività e divertimento, la Gamification è estremamente efficace nel generare comportamenti attivi e partecipati da parte degli utenti. Questa è sicuramente la sua forza, ma ci sono altri importanti vantaggi da tenere in considerazione.

  • È in grado di intercettare i target più inseguiti dalle aziende, ossia i Millennials e la più giovane e digitale Generazione Z, da sempre attratti dai meccanismi ludici.
  • Nella maggior parte dei casi è costruita attraverso complessi meccanismi di narrazione (storytelling) che rafforzano l’interesse, il coinvolgimento e l’immedesimazione dei giocatori.
  • Ha l’assoluto vantaggio di rendere il target protagonista, sfruttando proprio le citate dinamiche.

 

Alcune storie di successo

Quando le aziende utilizzano la Gamification lo fanno in genere sfruttando 5 diverse dinamiche: classifiche e sfide che favoriscono la competizione, punteggi per misurare i risultati, badges come riconoscimenti, livelli per offrire momenti di gratificazione.

Nello specifico, riportiamo alcune storie di successo che aiutano a capire nel concreto l’applicazione dei meccanismi di Gamification.

 

Famoso il caso di Nike che nel 2012 ha lanciato il suo Nike + FuelBand, un braccialetto che tiene traccia dell’attività dell’utente durante l’intera giornata associandosi a un dispositivo mobile. È diventato un prodotto rivoluzionario proprio grazie all’utilizzo della Gamification perché gli utenti hanno iniziato a competere tra di loro e a condividere progressi e attività. Questo ha generato e garantito un’interazione continua, promuovendo contemporaneamente l’uso anche di altri prodotti.

 

 

Originale è il gioco di reclutamento “America’s Army” dell’esercito americano, pensato per attirare nuove reclute consentendo agli utenti di navigare in prima persona attraverso simulazioni di esercitazioni e calandosi a tutti gli effetti nella vita da soldato. Il gioco ha attirato milioni di nuove reclute e continua ad essere uno degli strumenti più utilizzati.

 

Nuove evoluzioni

In piena fase di sviluppo, la Gamification sta puntando già verso nuovi e più evoluti orizzonti per raggiungere il 3.0, ossia l’esperienza sempre più personalizzata.

Questa versione, pensata – per così dire – su misura – risulterebbe infatti più efficace perché maggiormente rispondente al profilo dell’utente.

Sfruttando i big data e la psicologia comportamentale, garantirebbe una maggiore connessione con l’utente-giocatore e interazione e coinvolgimento costanti.

Al tempo stesso, la direzione verso cui si sta dirigendo è quella della “Structural Gamification” che, nella definizione data da Karl Kapp, consiste nella specializzazione di settore, ossia declinata e ottimizzata in modo diverso a seconda dell’ambito di applicazione.

Quello che è sicuro è che i risultati raggiunti e l’aumento di interesse verso il tema della Gamification porterà sempre di più verso un proliferare di progetti e confronti su larga scala.

 

 

 

 

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.