FAQ • Conservazione

Ti basta per leggerlo tutto

Data di ricezione
della fattura elettronica

Riceviamo le fatture elettroniche tramite una software house che le riceve da SDI con il canale web service, comunicandoci altresì le date di ricezione dei file, ma che non corrispondono con quelle indicate nell’area “Fatture e corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate. Quale data dobbiamo considerare come data ricezione della fattura elettronica per provvedere alla loro registrazione in contabilità?

In caso di impiego del canale web service per ricevere le fatture elettroniche da SDI, la data di ricezione è quella indicata nel file “response” del servizio esposto da SDI e comunicato alla software house, a nulla quindi rilevando la data indicata nell’area “Fatture e corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate. La stessa FAQ n.129 del 19 luglio 2019 riporta testualmente che “Se il Sistema di Interscambio riesce a consegnare la fattura al destinatario, la data di ricezione è quella attestata dai sistemi di ricezione utilizzati dal destinatario, e non la data a partire dalla quale la fattura viene messa a disposizione del cessionario/committente sul portale Fatture e Corrispettivi.”

Da aggiungere invece che qualora la fattura elettronica, per malfunzionamento del canale web service o SFTP, viene messa a disposizione nell’area “Fatture e corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate, la data di ricezione sarà quella di presa visione del file.

A cura di Umberto Zanini – Dottore Commercialista e Revisore Legale.

Con queste FAQ cerchiamo di rispondere ai principali dubbi degli operatori che sono alle prese con la gestione dei nuovi obblighi introdotti. Gli argomenti oggetto delle FAQ saranno trattati su questo portale anche in maniera più approfondita.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Conservazione", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *