FAQ • Lavoro e HR

La somma legata all’offerta di conciliazione è soggetta a contributi e Irpef?

No. Se l’importo è quello previsto dall’art. 6 (1 mensilità della retribuzione di riferimento per il calcolo del TFR per ogni anno di servizio, in misura comunque non inferiore a 3 e non superiore a 27 mensilità; la metà, con un massimo di 6 mensilità, nelle PMI), esso non costituisce reddito imponibile ai fini Irpef e non è assoggettato a contribuzione previdenziale. Invece, le eventuali ulteriori somme pattuite nella stessa sede conciliativa a chiusura di ogni altra pendenza derivante dal rapporto di lavoro sono soggette al regime fiscale ordinario.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Lavoro e HR", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *