FAQ • Lavoro e HR

Ti basta per leggerlo tutto

Incentivo “IO Lavoro”

Qual è la procedura per l’incentivo “IO Lavoro”?

L’incentivo “IO Lavoro” è fruito, alternativamente, nel rispetto delle seguenti regole:

l’articolo 9 del decreto direttoriale Anpal 11 febbraio 2020, n. 52, dispone che, per fruire del beneficio, i datori interessati devono inviare un’istanza preliminare di ammissione all’Inps, con l’apposito modulo telematico, indicando i dati relativi all’assunzione effettuata o da effettuare, con le modalità che saranno definite dall’Inps e illustrate in apposita circolare.

L’Inps effettua le seguenti operazioni:

  1. determina l’importo dell’incentivo spettante in relazione a durata e retribuzione del contratto sottoscritto;
  2. verifica, con l’apposito modulo telematico, i requisiti di ammissione all’incentivo;
  3. accerta la disponibilità residua delle risorse;
  4. comunica, in caso di esito positivo delle precedenti verifiche, l’avvenuta prenotazione dell’importo dell’incentivo a favore del datore di lavoro.

L’Inps autorizza il beneficio nei limiti delle risorse disponibili, sulla base di una stima previsionale del costo di ogni assunzione, secondo l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza preliminare. Per le assunzioni effettuate prima della disponibilità del modulo telematico di istanza preliminare, il bonus è autorizzato in ordine cronologico di assunzione.

A questo punto, entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione di prenotazione da parte dell’Inps, a pena di decadenza, il datore deve, se non ha già provveduto, effettuare l’assunzione e confermare la prenotazione fatta a suo favore. A seguito dell’autorizzazione, l’erogazione del beneficio avviene mediante conguaglio sulle denunce contributive.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Lavoro e HR", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *