news

Processo Tributario Telematico: l’iscrizione al S.I.Gi.T.

Processo Tributario Telematico: l’iscrizione al S.I.Gi.T.

17/12/2015
Digitalizzazione

A decorrere dallo scorso 1° dicembre, sono state finalmente avviate le procedure di registrazione al S.I.Gi.T, le cui funzionalità avevo già evidenziato in questo precedente contributo.

Vediamo quindi, a questo punto, quali sono i passaggi da effettuare per il perfezionamento dell’iscrizione al portale de quo.

Una volta effettuato l’accesso alla pagina: https://www.giustiziatributaria.gov.it dovremo cliccare sull’icona “Processo Tributario Telematico” presente nell’angolo in alto a sinistra della pagina (vedi selezione in rosso, fig. 1)

iscrizione SIGIT1

(fig.1)

 

Nella successiva schermata, il portale fornirà all’utente una lunga serie di informazioni relative ai provvedimenti normativi in base ai quali è stato creato il portale della giustizia tributaria e, più nello specifico, il Processo Tributario Telematico, ciò non dimenticando di informare l’internauta che – al momento – la sperimentazione è stata avviata esclusivamente in Umbria e Toscana.

Per proseguire nella procedura di registrazione al portale, dovremo quindi cliccare sul link “Accesso al servizio SIGIT” (vedi freccia rossa, fig. 2)

iscrizione SIGIT2

(Fig. 2)

 

Nella schermata successiva il sistema informerà l’utente circa il funzionamento del Processo Tributario Telematico nonché degli strumenti necessari per poter utilizzare tale strumento, ossia, la Posta Elettronica Certificata ed il kit di firma digitale.

Per proseguire nella registrazione dovremo quindi cliccare sul link “Registrazione al Sigit per Cittadini e professionisti” (vedi freccia verde, fig. 3).

iscrizione SIGIT3

(Fig. 3)

 

Cliccando poi sulla voce “Registrazione utente al PTT” (vedi selezione rossa fig. 4), si potrà accedere al modulo di registrazione vero e proprio.

iscrizione SIGIT4

(Fig. 4)

 

I campi da riempire sono tutti obbligatori e dovranno quindi essere validati senza alcuna omissione (vedi selezione verde Fig. 5). Una volta inseriti tutti i nostri dati, dovremo premere il bottone “download modulo” (vedi selezione blu Fig. 5) per avviare lo scaricamento della domanda appena compilata.

Dopo aver salvato il modulo di adesione su un’apposita cartella del nostro computer, dovremo provvedere al caricamento dei tre documenti richiesti dal sistema per la corretta elaborazione della nostra domanda di adesione, ossia, il modulo non appena compilato, la scansione di un valido documento di identità e documentazione idonea a comprovare l’iscrizione all’albo professionale di appartenenza (vedi selezione rossa Fig. 5).

Ricordo che i tre documenti sopra citati dovranno essere tutti e tre sottoscritti digitalmente con firma CADES e quindi con estensione P7M, proprio come avviene per gli atti depositati attraverso il Processo Civile Telematico.

iscrizione SIGIT5

(Fig. 5)

 

Dopo aver inoltrato la domanda, il sistema visualizzerà le informazioni relative alla nostra registrazione, comunicandoci altresì il nome utente ed i primi 4 caratteri della password (vedi Fig. 6).

iscrizione SIGIT6

(Fig. 6)

 

Gli ulteriori 4 caratteri della nostra password, verranno invece inviati via Pec all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata indicato al momento della registrazione.

Con il login e la password di otto caratteri comunicataci, in parte direttamente dal portale, ed in parte via PEC, dovremo semplicemente tornare alla pagina di Login: https://sigit.finanze.it/GestioneUtentiDF/login.jsp ed inserire le credenziali come in Fig. 7

iscrizione SIGIT7

(Fig. 7)

 

Tutte le immagini sono state prelevate dal Sistema Informativo della Giustizia Tributaria dai domini: https://www.giustiziatributaria.gov.it

https://sigit.finanze.it/

 

A cura di Luca Sileni – Avv.to iscritto all’ordine di Grosseto referente informatico dell’ODA di Grosseto e Segretario del Centro Studi Processo Telematico. 

 

Comments are closed.