news

Twitter for Business

Twitter for Business

21/04/2016
Idee digitali

Un’introduzione all’advertising sul più famoso canale di micro-blogging

 

Come per Facebook e altri social media, anche con Twitter è possibile creare degli annunci pubblicitari. Twitter Ads permette infatti di realizzare delle campagne in base a diversi tipi di obiettivi pubblicitari e per farlo è necessario prima di tutto effettuare l’iscrizione a Twitter Ads.

 

Obiettivi pubblicitari

A questo punto sarà possibile creare la propria campagna, scegliendo tra i seguenti obiettivi:

  • Interazioni con i tweet: consentono di ampliare la copertura dei propri contenuti con il fine di generare engagement e condivisione. 
  • Clic verso il sito web o conversioni: utileper incentivare il traffico e generare conversioni sul proprio sito web. 
  • Installazione di app o interazioni: consente agli inserzionisti di incentivare in modo efficace le installazioni della propria mobile app e di interagire con gli utenti esistenti incentivandoli a scaricare o ad aprire le app mobile direttamente dall’interno di un Tweet.
  • Lead su Twitter: aiuta a raccogliere email di utenti che esprimono interesse per le offerte proposte.
  • Acquisizione Follower: rappresenta la migliore soluzione per sponsorizzare il proprio account e aumentare il numero di utenti.
  • Promoted Video: si tratta di video sponsorizzati efficaci per raggiungere gli utenti in target e interessati, grazie anche alla riproduzione automatica.


Targeting

Quando si crea la propria inserzione è possibile scegliere il target di riferimento in base all’area geografica, al sesso, alla lingua e ai dispositivi. Inoltre, è possibile aggiungere anche altri criteri di targeting:

  • Parola chiave: consente di entrare in contatto con il pubblico in base alle parole o alle frasi che sono state twittate o cercate su Twitter di recente.
  • Follower: funziona mostrando le campagne a utenti che seguono nomi utente specifici o sono simili ai follower di questi nomi utente.
  • Interessi: offre comunicazioni mirate in base agli argomenti seguiti dagli utenti e alle loro interazioni.
  • Comportamenti: permette di raggiungere gli utenti che hanno mostrato segnali significativi relativi alle loro intenzioni al di fuori di Twitter e ottenere il massimo ritorno sull’investimento dalle campagne.
  • TV: consente alle reti e ai marchi di sponsorizzare i Tweet a persone interessate a specifici programmi TV.
  • Segmenti di pubblico personalizzato: strumento molto utile per identificare il proprio pubblico grazie all’importazione dei propri contatti tramite elenchi mail e di visitatori al sito. È indicato soprattutto per creare campagne di remarketing pertinenti.


Budget e tempi

Le campagne, una volta configurate, possono essere impostate in modo predefinito, il che significa che continueranno in maniera automatica fino al raggiungimento del limite di budget impostato. È possibile, però, condurre le campagne per un periodo di tempo specifico, magari in corrispondenza di eventi o lanci di nuovi servizi e prodotti. 

Per quanto riguarda il budget, sono disponibili due diverse ipotesi di impostazione: budget totale, ossia l’importo massimo che si è disposti a spendere per tutta la campagna, e il budget giornaliero. Molto dipende dai propri obiettivi.

A questo punto, potrà essere scelto il “ritmo” del budget: se standard, sarà speso in modo uniforme per tutto il giorno, se accelerato sarà invece speso il più velocemente possibile. Tutte le campagne sono impostate automaticamente sulla consegna standard, ma si può scegliere l’ipotesi accelerata se ad esempio si sponsorizzano dei tweet in corrispondenza di eventi, conferenze o programmi tv.

 

Monitoraggio

Un aspetto importante da tenere sempre presente è il monitoraggio della propria attività di advertising che consiste nell’analizzare, nello scalare e nell’ottimizzare le campagne. Di queste possono essere infatti monitorate le visualizzazioni, i risultati, il tasso di interazione e il costo per risultato, a seconda dei diversi obiettivi delle campagne. Tutto all’interno della Dashboard delle campagne, dove è possibile utilizzare anche il Conversion Tracking per capire esattamente e passo passo in che modo viene speso il budget su Twitter.

Al riguardo esistono anche dei tool molto utili come audiense che, oltre alle statistiche, suggerisce anche quando pubblicare i propri tweet affinché abbiano successo. 

Nei prossimi articoli sul tema, esamineremo nel dettaglio le diverse tipologie di campagna che si possono realizzare per il raggiungimento di determinati obiettivi.

 

 

****

Idee Digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.