news

Un’introduzione a Google World

Un’introduzione a Google World

02/11/2015
Idee digitali

Google World: non solo motore di ricerca, ma anche piattaforma di lavoro.

 

Siamo soliti pensare a Google come quel ricco colosso americano che ci consente, attraverso il suo motore di ricerca, di trovare su Internet tutte le informazioni che ci servono. Ma come certamente saprete, Google non si limita alla sua funzione di search engine: creare un account personale dà accesso a una vasta serie di strumenti molto utili e interessanti, dai più noti ai meno noti.

 

Primo passo: creare un account

Partiamo da un’importante premessa: non è necessario un account Google per poter utilizzare alcune sue funzioni base, come la ricerca in rete o visualizzare i video di YouTube. Ma per usare la maggior parte degli strumenti, possedere un account personale è indispensabile: solo grazie a esso sarà possibile interconnettere i vari lavori. Perché il più grande pregio del Google World è la possibilità di poter integrare e scambiare i contenuti tra i vari strumenti, e soprattutto di poterli visualizzare da qualsiasi device ci si connetta.

Ecco perché è importante un account. Per farlo, basta inserire alcuni dati in questa pagina.

Automaticamente verrà creata una casella di posta elettronica su Gmail e uno spazio di archiviazione iniziale di ben 15 GB, che potrà essere eventualmente incrementato.

 

Uno sguardo agli strumenti più comuni

Facciamo un rapido ripasso di quelli che sono gli strumenti più noti e utilizzati di Google:

Gmail: uno dei più famosi servizi di posta elettronica via web.

Google Maps: un sito che consente la ricerca e la visualizzazione di carte geografiche di buona parte della Terra.

Google Plus: il social network di Google, di cui abbiamo già discusso qui.

Google Chrome: il browser sviluppato da Google.

YouTube: la piattaforma web per condividere e visualizzare video.

 

Focus su alcuni strumenti utili per i professionisti

Ma Google ha sviluppato una serie di applicazioni in grado di rendere più semplice la vita dei professionisti, che possono utilizzarli per organizzare le questioni lavorative. Non si tratta, naturalmente, di software specifici o troppo avanzati, ma possono comunque tornare molto utili.

Google Drive

Partiamo da Google Drive, il servizio che consente da una parte di memorizzare on line file di vario tipo, e dall’altra di sincronizzarli su tutti i dispositivi su cui ci si collega con l’account Google. In parole povere, se si vuole salvare un qualsiasi file nell’etere, invece che nello spazio disco del proprio pc, Google Drive lo consente: dopodiché, il file sarà visualizzabile da computer, smartphone e tablet a cui ci si connette.

Google Docs

Abbiamo detto che sul Drive è possibile salvare qualsiasi tipo di file, che sia musica, video, testo, tabelle. Ma Google integra nel Drive uno strumento che consente anche di creare documenti di testo, fogli di calcolo, disegni, presentazioni, script, moduli e tabelle: Google Docs. La caratteristica che lo distingue rispetto ad altri software dello stesso genere, oltre al salvataggio automatico nel server di Google, è la possibilità di condividere i documenti con più utenti, che possono essere abilitati alla modifica del testo contemporaneamente.

Google Calendar

Si tratta di un sistema di calendari concepito da Google: il Calendar è un’agenda su cui inserire e personalizzare i propri impegni. Oltre alle normali funzioni di un calendario virtuale, con Google Calendar è possibile condividere un calendario con una cerchia di persone (i colleghi di lavoro, per esempio), impostare delle mail automatiche come promemoria, importare calendari da altre piattaforme virtuali e, naturalmente, sincronizzare il calendario con tutti i device che si vuole.

Google Keep

Segnaliamo brevemente anche Google Keep, uno strumento poco conosciuto che permette di creare dei promemoria: parole chiave, elenchi, liste di cose da fare, fotografie, registrazioni audio sono solo alcuni esempi di cosa è possibile appuntarsi. Il tutto sotto forma di post-it colorati.

 

Google Play: i servizi dedicati all’intrattenimento

Abbiamo visto alcuni degli strumenti messi a disposizione da Google per aiutarci nella vita di tutti i giorni. Vediamo ora in breve altre applicazioni pensate principalmente per un contesto di intrattenimento: fanno tutte parte del grande aggregatore di Google Play, un negozio virtuale da cui si possono scaricare applicazioni e contenuti, ma le seguenti hanno funzioni specifiche per un determinato ambito:

 

Google Play Edicola per la lettura e la gestione di giornali o riviste, delle quali è possibile sottoscrivere un abbonamento.

Google Play Music per gli acquisti nel mondo della musica.

Google Play Movies per noleggiare o acquistare film o serie TV.

Google Play Books per l’acquisto e la lettura di libri.

Google Play Games per i giochi e il gaming multyplayer.

Google Play Dispositivi per l’acquisto di dispositivi come Nexus, Chromecast, smartwatch e altri accessori.

Google Play App per il download di applicazioni.

 

Nei prossimi articoli sul tema approfondiremo alcuni strumenti e servizi che possono risultare particolarmente utili per i professionisti.

 

****

Idee Digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.