news

Avvio delle notificazioni via PEC presso la Corte Suprema di Cassazione per i procedimenti penali

Avvio delle notificazioni via PEC presso la Corte Suprema di Cassazione per i procedimenti penali

10/10/2017
Digitalizzazione

Con decreto del Ministero della Giustizia del 14 settembre 2017 – pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 29 settembre – è stato avviato il processo di digitalizzazione delle notificazioni penali, a persona diversa dall’imputato, presso la Suprema Corte di Cassazione.

Il provvedimento riveste carattere di estrema importanza per due ordini di ragioni: in primis la Cassazione sta lentamente avviando il processo di digitalizzazione delle procedure giudiziarie (nelle premesse si specifica con chiarezza che è stata “Verificata la funzionalità dei servizi di  comunicazione dei documenti informatici presso la Corte suprema di cassazione anche per le notificazioni  a  persona  diversa  dall’imputato a norma degli articoli 148, comma 2-bis, 149, 150 e 151, comma 2, del codice di procedura penale,  come  da  comunicazione del responsabile per i Sistemi informativi automatizzati;”) e, in seconda battuta, tale decreto rappresenta un importante passo in avanti per l’avvento del c.d. “PPT”, ossia, del Processo Penale Telematico che nel prossimo futuro farà il suo ingresso – a pieno titolo – fra le procedure telematiche giudiziarie.

Ciò premesso, la norma in parola consentirà “a decorrere dal quindicesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, e quindi a partire dal prossimo 14 ottobre 2017, “le notificazioni a cura delle cancellerie della Corte suprema di cassazione, a persona diversa dall’imputato a norma degli articoli 148, comma 2-bis, 149, 150 e 151, comma 2, del codice di procedura penale.”.

Tali notificazioni saranno effettuate, come già avviene per le procedure dinanzi al Tribunale ed alla Corte d’Appello, a norma dell’art. 16 D.L. 179/2012.

 

 

A cura di Luca Sileni – Avv.to iscritto all’ordine di Grosseto referente informatico dell’ODA di Grosseto e Segretario del Centro Studi Processo Telematico

Comments are closed.