FAQ • Lavoro e HR

Ti basta per leggerlo tutto

Ti basta per leggerlo tutto

Come si ottempera alla comunicazione telematica?

Come comunicare in modo telematico la procedura semplificata per lo smart working?

In via generale, l’accordo per lo svolgimento della prestazione in smart working e le sue modifiche sono oggetto delle comunicazioni ex art. 9-bis del D.L. 1° ottobre 1996, n. 510 (legge n. 608/1996). Tuttavia, per tutto il periodo di emergenza da COVID-19, i datori comunicano al Ministero del lavoro, in via telematica, i nominativi dei lavoratori e la data di fine della prestazione in modalità agile, con la documentazione disponibile sul sito del Ministero (art. 90, co. 3, D.L. 19 maggio 2020, n. 34). Il 4 marzo 2020, il Ministero ha pubblicato on line una procedura semplificata per caricare le comunicazioni di smart working emergenziale; la nuova procedura consente di caricare 2 file:

a) autocertificazione (in formato pdf), con l’elenco dei lavoratori posti in smart working; b) file excel (formato .xlsx), con i dati obbligatori richiesti dalla procedura di comunicazione: CF di datore e lavoratore, nome, cognome, data e comune di nascita, numero di PAT e voce di tariffa Inail applicata; data di inizio/fine del periodo di smart working derogatorio.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Lavoro e HR", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *