FAQ • Processo civile telematico

Deposito telematico, errore E0401 nella terza PEC: cosa fare?

Ho depositato telematicamente una memoria 183 all’interno di un procedimento civile. Le prime due ricevute mi sono arrivate regolarmente ma la terza riportava all’interno la seguente dicitura: “codice eccezione E0401, il mittente del messaggio non è autorizzato al processo telematico”. Cosa devo fare?

Tale messaggio di errore viene generato quando il sistema, al momento dei controlli automatici, non riesce a verificare la presenza dell’indirizzo PEC e del codice fiscale del mittente all’interno del REGINDE.

Come è noto il REGINDE è il registro di riferimento per operare nell’ambito del processo civile telematico.

Qualora, quindi, si sia stati regolarmente censiti all’interno di tale registro – poiché si sia previamente provveduto alla comunicazione del proprio indirizzo PEC all’ordine di appartenenza – il messaggio di errore potrebbe essere stato generato in virtù di una momentanea indisponibilità della consultazione del REGINDE.

Se il sistema, infatti, non riesce per ragioni tecniche ad accedere a detto registro per operare la verifica, è possibile che invii un errore denominato E0401.

In tal caso, visto che normalmente questa tipologia di disservizio è solamente momentanea, si consiglia di effettuare nuovamente il deposito della medesima busta telematica, posto che il primo invio sarà stato certamente scartato dal sistema e non giungerà mai all’interno dei sistemi di cancelleria.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *