FAQ • Processo civile telematico

È possibile effettuare il deposito telematico degli atti presso la Corte di Cassazione?

Devo notificare e depositare un ricorso presso la Corte di Cassazione; ho avuto notizia dell’avvio della sperimentazione sul deposito telematico. Posso provvedere alla notifica via PEC e alla successiva trasmissione – per via digitale – del mio ricorso?

Sarà certamente possibile procedere alla notifica via PEC ma – ad oggi – non al deposito telematico. Mentre, infatti, la legge 53 del 1994 sulle notifiche in proprio da parte del Difensore, è già da tempo applicabile ai giudizi presso la Suprema Corte di Cassazione, lo stesso non può dirsi per la normativa sul deposito telematico.

È certamente vero che il 26 ottobre scorso è stata avviata ufficialmente la sperimentazione dei depositi telematici in Cassazione ma, fino al prossimo 15 gennaio 2021, tale sperimentazione rimarrà riservata ai soggetti che i singoli Consigli degli Ordini avranno comunicato al CNF per il tramite della FIIF. A partire dal 15 gennaio 2021, invece, sarà avviata la così detta sperimentazione a “doppio binario”, con la possibilità del deposito telematico facoltativo degli atti di parte a valore legale.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *