FAQ • Processo civile telematico

In una notifica via PEC del ricorso in appello in materia di lavoro, è corretto che l’unico atto con firma digitale sia la relata di notificazione?

Ho ricevuto la notifica di un ricorso in appello in materia di lavoro. La notifica è stata effettuata via PEC ma, all’interno della mail, l’unico allegato a essere sottoscritto digitalmente era la relata di notifica. Posso eccepire la mancata sottoscrizione del ricorso?

Nel caso di specie, trattandosi di ricorso in appello in materia di lavoro, la notificazione dell’atto avviene dopo il deposito presso la Corte d’Appello e non prima come nel caso del classico atto di citazione. Per tale ragione il Difensore che si appresta a provvedere alla notifica del ricorso de quo, dovrà estrarlo dal fascicolo telematico unitamente al decreto di fissazione dell’udienza in Corte d’Appello.

Date queste premesse, nessuna eccezione potrà essere rilevata in relazione alla notificazione in parola, posto che la mail di notifica dovrà contenere:

  1. il ricorso depositato;
  2. il provvedimento di fissazione di udienza;
  3. la relata di notificazione con attestazione di conformità degli atti.

L’unico atto a dover risultare firmato digitalmente sarà la relata di notificazione, poiché gli altri due allegati – notificati in copia – saranno stati oggetto di attestazione di conformità all’interno della relata di notificazione de qua e non dovranno quindi essere sottoscritti.

Il Portale dei Servizi Telematici del Ministero utilizza dei sistemi di sicurezza oramai obsoleti in ambito informatico, e molti browser – fra cui anche Google Chrome – tendono a impedire l’accesso a siti come questo. Per poter entrare comunque sul portale, basterà cliccare sul bottone “avanzate” presente nella finestra di errore e poi selezionare il link “Procedi su pst.giustizia.it (non sicuro)” come da figura che segue.

In questo modo l’utente autorizzerà il browser a navigare ugualmente sul sito, anche se ritenuto parzialmente pericoloso dal punto di vista della sicurezza informatica.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *