FAQ • Processo civile telematico

Obbligo di pagamento telematico del contributo unificato?

Devo procedere al deposito di un atto di citazione notificato telematicamente. A seguito dei numerosi interventi normativi delle ultime settimane, non mi è chiaro se viga o meno – nell’ambito del Processo Civile – ancora l’obbligo di pagamento telematico del contributo unificato.

L’obbligo di pagamento telematico del contributo unificato e dell’imposta di bollo era stato originariamente previsto dall’art. 83 del D.l. n. 18 del 2020.

Tale articolo, stante la situazione emergenziale, aveva previsto tale obbligatorietà con termine fino al 30 giugno 2020.

Il termine de quo non era stato in un primo tempo modificato dalla legge di conversione del decreto in parola e quindi, passato il 30 giugno scorso, il pagamento degli oneri relativi all’iscrizione a ruolo dei procedimenti civili, poteva essere perfezionato anche tramite le classiche marche da bollo cartacee.

Con la Legge 77 del 17 luglio 2020, però, è stato convertito il D.L. n. 34 del 19 luglio 2020 il quale, con il disposto di cui al nuovo art. 221, ha di fatto prorogato fino al 31 ottobre 2020 l’obbligo di pagamento telematico “del contributo unificato di cui all’articolo 14 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, nonché l’anticipazione forfettaria di cui all’articolo 30 del medesimo decreto”.

Ad oggi, quindi, sussiste a tutti gli effetti l’obbligo di versamento telematico del contributo unificato nei procedimenti civili.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *