news

Processo Amministrativo Telematico – Sottoscrizione digitale dell’atto principale in CADES anziché in PADES

Processo Amministrativo Telematico – Sottoscrizione digitale dell’atto principale in CADES anziché in PADES

04/07/2018
Digitalizzazione

Con una recente pronuncia del TAR Lazio, anche nell’ambito del Processo Amministrativo Telematico ci si è iniziati ad occupare dell’annosa questione attinente alle varie tipologie di firma digitale ammesse attualmente dal nostro ordinamento e dalla normativa europea.

Come è noto, contrariamente a quanto previsto per il Processo Civile Telematico, il ricorso e gli altri atti principali da depositarsi telematicamente nell’ambito del PAT possono essere sottoscritti unicamente in formato PADES-BES.

Orbene il TAR Lazio – con la pronuncia 5912 del 25 maggio 2018 – si è recentemente pronunciato sull’effettiva portata di un eventuale errore nella sottoscrizione dell’atto principale del deposito, che – nel caso di specie – era stato sottoscritto in formato CADES-BES; ritenendo che “Il  ricorso notificato e depositato con sottoscrizione in formato CAdES, anziché PAdES, è ammissibile e l’unica esigenza di regolarizzazione riguarda il deposito di un atto in nativo digitale sottoscritto in PAdES, ai fini della correntezza del processo, indipendentemente dalla circostanza se la parte intimata in giudizio si sia costituita.”

Il Tribunale Amministrativo, quindi, non solo ha considerato una mera irregolarità l’utilizzo di un tipo di sottoscrizione digitale diverso da quello previsto dalla normativa tecnica sul PAT ma ha sottolineato che, tale possibilità di sanatoria, possa e debba essere concessa indipendentemente dalla circostanza che parte avversa si sia o meno costituita in giudizio e, quindi, indipendentemente dal classico “raggiungimento dello scopo dell’atto” che la Suprema Corte di Cassazione ha posto – in casi analoghi – a fondamento della possibilità di ritenere l’atto stesso pienamente valido e produttore di effetti.

 

 

A cura di Luca Sileni – Avv.to iscritto all’ordine di Grosseto referente informatico dell’ODA di Grosseto e Segretario del Centro Studi Processo Telematico

Comments are closed.