news

Controllo di Gestione in uno Studio di Ingegneria

Controllo di Gestione in uno Studio di Ingegneria

22/04/2015
Controllo di gestione

Anche se spesso si associa il concetto di Controllo di Gestione alle aziende industriali manifatturiere, le stesse tematiche e le stesse esigenze di conoscere l’andamento della gestione sono presenti in qualsiasi organizzazione professionale: prendiamo il caso di uno Studio Professionale di Ingegneria.

Questo Studio ha una gestione a Commessa quando acquisisce un contratto “a corpo”  e ha una serie di Clienti verso i quali opera con tariffe concordate e giornate sviluppate all’interno di Contratti di assistenza e consulenza.

 

Ha quindi l’esigenza, come minimo, di:

  • raccogliere e “addebitare” le ore che i suoi tecnici dedicano alle Commesse o ai Contratti e gli altri costi diretti come elaborati, supporti informatici, note spese di trasferte etc.
  • decidere l’assegnazione di attività all’esterno a subfornitori, curandone la corretta attribuzione, i flussi di cassa, la marginalità
  • raccogliere e gestire i costi indiretti come riscaldamento, affitto o ammortamento degli immobili, ammortamenti tecnici, spese di contabilità e amministrazione, spese generali,  cancelleria
  • calcolare il Costo Orario delle risorse e a quale tariffa è conveniente vendere i propri servizi
  • sapere in ogni istante la marginalità delle commesse o dei contratti per correggere se necessario la rotta.

 

Se da un lato il numero di risorse, contratti e di commesse non è grande, è anche molto snella la struttura organizzativa: un sistema che integri la rilevazione delle attività delle risorse, la contabilità generale e il  Sistema di Controllo evita il proliferare incontrollato di tabelle XLS, report offline e altri database personali, rendendo il processo più stabile, più affidabile e, infine, più economico.

 

Consulta i nostri esperti scrivendo a consulenza@simpresaconsulting.com

A cura di Giacomo Auxilia – Euteco, Consulente Affiliato Simpresa

Comments are closed.