news

Il Processo Civile Telematico in Cassazione

Il Processo Civile Telematico in Cassazione

23/10/2017
Digitalizzazione

Con notizia dello scorso 13 ottobre 2017 – integralmente reperibile a questo link – la Direzione Generale dei Sistemi Informativi Automatizzati del Ministero della Giustizia ha annunciato il rilascio di nuovi “schemi atto” per il deposito telematico in Cassazione.

Pur trattandosi, allo stato, di schemi in versione “beta” e quindi predisposti al fine di effettuate test e sperimentazioni di deposito, la notizia porta indubbiamente alla ribalta il tema del completamento dell’opera di digitalizzazione del processo civile telematico.

Se, per quanto riguarda il Giudice di Pace, tutto sembra rinviato al momento dell’entrata in vigore della riforma delle competenze di tale Ufficio, per la Corte di Cassazione – invece – il cammino appare più spedito.

La realizzazione di nuovi schemi per il deposito fa presagire il prossimo avvio di una vera e propria sperimentazione su larga scala che, con tutta probabilità, non potrà che condurre all’avvio del Processo Civile Telematico anche presso la Suprema Corte di Cassazione.

Ciò appare confermato anche dal comunicato del Ministero della Giustizia che, con la nota sopra emarginata, ha ulteriormente precisato: “A breve verrà comunicato quando sarà possibile effettuare test sull’ambiente di Model Office della Corte di Cassazione nonché la tempistica relativa alla sperimentazione.”, facendo quindi intendere l’avvio in tempo ristretti delle procedure volte all’inizializzazione dell’ambiente di test per la sperimentazione dei depositi digitali.

 

A cura di Luca Sileni – Avv.to iscritto all’ordine di Grosseto referente informatico dell’ODA di Grosseto e Segretario del Centro Studi Processo Telematico

Comments are closed.