Processo civile telematico

Ti basta per leggerlo tutto

Processo Civile Telematico – Avvio delle comunicazioni con valore legale presso alcuni Giudici di Pace

Con i recenti decreti ministeriali 7 gennaio 2020 e 10 dicembre 2019, è stata conferito valore legale alle comunicazioni e notificazioni telematiche degli uffici del Giudice di Pace di: Agira, Alcamo, Altamura, Ascoli Piceno, Bari, Barrafranca, Bologna, Brindisi, Cagliari e Camerino.

La piena attuazione dei due decreti si avrà a partire dal prossimo 22 gennaio 2020 e riguarderà solo le comunicazioni del settore civile e non anche quello penale, ma – in ogni caso – questo rappresenta un importantissimo passo avanti nel processo di digitalizzazione delle procedure pendenti presso i Giudici di Pace.

Come è noto, infatti, la riforma della Magistratura onoraria – attualmente in fase di attuazione da parte del Parlamento – prevedrebbe la completa attuazione dei processi di telematizzazione entro la fine del 2021, anno in cui è prevista altresì la piena entrata in vigore della riforma de qua.

Date queste premesse è sicuramente apprezzabile lo sforzo di molte cancellerie di richiedere già da adesso l’avvio del valore legale per le comunicazioni telematiche, così da iniziare il processo di digitalizzazione dei procedimenti con largo anticipo rispetto alla dead line del prossimo ottobre 2021.

 

 

 

A cura di Luca Sileni – Avv.to iscritto all’ordine di Grosseto referente informatico dell’ODA di Grosseto e Segretario del Centro Studi Processo Telematico

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *