Processo civile telematico

Tempo di lettura:

Tempo di lettura:

Accesso tramite SPID al Portale del Servizi Telematici del Ministero di Giustizia

Introdotta sul Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia l'autenticazione mediante SPID. Si apre così alla possibilità di accedere ai servizi riservati del PST senza necessità di firma digitale, rendendo quindi possibile l’utilizzo da dispositivi mobile quali smartphone e tablet.

Con news dello scorso 18 gennaio, il Ministero della Giustizia ha annunciato l’implementazione dell’accesso SPID al proprio Portale dei Servizi Telematici. La funzione non è ancora pienamente attiva, nonostante l’area di accesso sia già stata esposta sul portale de quo.

L’implementazione si è resa necessaria in virtù dell’approvazione del D.L. 16 luglio 2020, n. 76 convertito con Legge 11 settembre 2020, n. 120, il quale ha apportato numerose modifiche al CAD (Decreto Legislativo 7 marzo 2005 n. 82), ciò – soprattutto – in materia di identità digitale, domicilio digitale e accesso ai servizi digitali.

Una delle più importanti modifiche ha interessato l’art. 64 del CAD che oggi, al comma 3bis, dispone: “Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri o del Ministro per la semplificazione e  la pubblica amministrazione, è stabilita la data a decorrere dalla quale i soggetti di cui all’articolo 2, comma 2, lettere b) e c) utilizzano esclusivamente le identità digitali ai  fini dell’identificazione degli utenti dei propri servizi on-line.  Fatto  salvo quanto previsto  dal  comma 2-nonies, a decorrere dal  28  febbraio  2021, i soggetti  di  cui all’articolo 2, comma 2, lettera a), utilizzano esclusivamente  le identità digitali e la carta  di identità elettronica ai fini dell’identificazione dei cittadini che accedono ai propri servizi in rete”.

Il normale accesso sino ad oggi previsto al PST Giustizia – ossia l’autenticazione tramite Carta Nazionale dei Servizi – verrà quindi, entro il prossimo 28 febbraio 2021, affiancato anche all’accesso tramite SPID, il quale permetterà di usufruire dei servizi ministeriali anche tramite supporto mobile, come tablet e cellulare.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *