news

Altre agevolazioni contributive

Altre agevolazioni contributive

13/01/2016
Gestione delle paghe

Il comma 110 dell’art. 1 della legge di stabilità 2016 dispone che con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sarò determinato l’ammontare delle risorse disponibili per estendere l’esonero contributivo di cui ai commi 178 e 179 (40% dei contributi dovuti, con un tetto di 3.250 euro annui, per un massimo di 2 anni) alle assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2017 dai datori privati operanti in Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna, alle medesime condizioni, eventualmente rimodulando durata ed entità dell’esonero, assicurando una maggiorazione della percentuale di decontribuzione e del relativo importo massimo per l’assunzione di donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, previa autorizzazione della Commissione europea.

 

Un’altra misura agevolativa è prevista dal comma 651, il quale dispone che, dal 1° gennaio 2016, per un periodo di 3 anni, per i conducenti che esercitano l’attività con veicoli a cui si applica il regolamento (CE) n. 561/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 marzo 2006, equipaggiati con tachigrafo digitale e prestanti la propria attività in servizi di trasporto internazionale per almeno 100 giorni annui, è riconosciuto, a domanda, l’esonero dai complessivi contributi previdenziali a carico dei datori, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail, nella misura dell’80%.

 

L’esonero contributivo è riconosciuto dall’ente previdenziale in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande; nel caso di insufficienza delle risorse, valutata anche su base pluriennale con riferimento alla durata dell’esonero, l’ente non prende in considerazione altre domande, fornendo immediata comunicazione anche attraverso il proprio sito internet.

 

A cura di Alberto Bosco – Esperto di diritto del lavoro, Giuslavorista, Pubblicista de Il Sole24Ore. Consulente aziendale e formatore.

Comments are closed.