Innovazione digitale

Tempo di lettura:

Tempo di lettura:

Dal 2017 il LUL sarà tenuto e conservato in modalità telematica dal Ministero del Lavoro

L’art.15 primo comma del Decreto Legislativo n.151 del 14 settembre 2015 (G.U. n. 221 del 23 settembre 2015), riporta testualmente che “A decorrere dal 1° gennaio 2017, il libro unico del lavoro è tenuto, in modalità telematica, presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali”.
Il comma successivo prevede poi che sarà un decreto del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali da emanarsi entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del Decreto Legislativo n.151 (24 settembre 2015) a stabilire le modalità tecniche ed organizzative per l’interoperabilità, la tenuta, l’aggiornamento e la conservazione dei dati contenuti nel libro unico del lavoro.
Sembrerebbe quindi che questa nuova modalità telematica vada a sostituirsi alle attuali modalità di tenuta e di conservazione del libro unico del lavoro, e dalla relazione illustrativa si evince che “Tale modalità consentirà di rendere più efficaci i controlli volti a combattere il lavoro nero e irregolare”.
 
Link: www.gazzettaufficiale.it
 

A cura di Umberto Zanini, Dottore Commercialista e Revisore Legale

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Innovazione digitale", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *