FAQ • Processo civile telematico

Ti basta per leggerlo tutto

Devo provvedere alla notificazione di uno sfratto, posso procedere via PEC oppure esistono delle preclusioni?

PCT – Notificazione a mezzo PEC di uno sfratto

Normalmente le notificazioni via PEC sono genericamente ammesse per ogni atto civile, amministrativo o stragiudiziale, ciò in virtù del chiaro disposto di cui all’art. 1 Legge 53 del 1994.

Nel caso di specie, però, sconsiglio di procedere alla notificazione telematica, privilegiando invece quella ordinaria tramite UNEP.

Tale consiglio deriva, in realtà, dal combinato disposto di cui agli articoli 48 del Codice dell’Amministrazione Digitale e 660 del Codice di Procedura Civile.

Per il primo di detti articoli, infatti, la notificazione a mezzo PEC deve essere equiparata alla notificazione tramite il sistema postale; mentre l’art. 660 c.p.c., come noto, prevede che la notificazione dello sfratto venga fatta in mani proprie. Posto che la maggior giurisprudenza di merito – salvo pochissime eccezioni – ritiene che non sia ammissibile il mezzo digitale per tale tipologia di notificazione proprio perché non assimilabile ad una notificazione in mani proprie, ribadisco la necessità di attenzione nella scelta del mezzo tramite il quale effettuare la trasmissione dell’atto.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo civile telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *