news

VAT GAP dell’Italia al 33%

VAT GAP dell’Italia al 33%

13/11/2014
Digitalizzazione

Da un recente report stilato per conto della Commissione Europea, è emerso che la stima del VAT GAP dell’Italia sia al 33%, a fronte di una media Europea del 16%, e risultando in termini assoluti il più alto tra i 26 Stati Membri analizzati (46 miliardi di €).

Il VAT GAP (divario IVA) misura il discostamento tra l’Iva incassata e l’Iva teoricamente incassabile di uno Stato, e nel caso dell’Italia questo divario risulta altresì tendenzialmente in aumento.

Dopo l’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica verso la PA e considerando le notevoli risorse finanziarie non riscosse in ambito IVA, così come già previsto dall’art. 9 della Legge 11 marzo 2014 n.23, è forse necessario accelerare l’adozione di un obbligo di fatturazione elettronica tra imprese avente il duplice obiettivo di semplificare  gli adempimenti amministrativi e monitorare i contribuenti.

Link: http://ec.europa.eu/index_it.htm

 

A cura di Umberto Zanini, Dottore Commercialista e Revisore Legale

Comments are closed.