news

Instagram for Business

Instagram for Business

12/05/2017
Idee digitali

Un primo approccio al social network delle immagini per piccole imprese e professionisti.

 

Instagram è conosciuto come il social network delle belle fotografie. Di proprietà della Facebook Inc che lo ha acquisito nel 2012, permette agli utenti di scattare foto, applicare filtri, e condividerle su numerosi altri servizi social. Viene utilizzato da più di 700 milioni di utenti ogni mese.

 

Soltanto quest’ultimo dato dovrebbe essere una ragione sufficiente per spingere le aziende e i professionisti a essere presenti sul social network: in effetti, per le imprese e i freelance che hanno l’obiettivo di comunicare la propria immagine in modo visivo, Instagram è uno dei canali più convenienti.

 

Perché un’impresa dovrebbe registrarsi su Instagram:

 

  • Il pubblico e i numeri
    Ogni giorno, più di 400 milioni di utenti accedono ad Instagram. L’80% di loro seguono almeno un profilo aziendale. Il 60% delle persone afferma di scoprire nuovi prodotti su Instagram e il 75% esegue un’azione (un clic, un commento, una visita al sito) dopo aver tratto ispirazione da un post. Tutto questo per dire che Instagram è un terreno molto fertile per farsi vedere e per far crescere il proprio business, a patto di trovare una forma di comunicazione appropriata a sé stessi e al mezzo.
  • Gli strumenti di analisi
    Le inserzioni su Instagram sono utilizzate da più di un milione di aziende. Questo perché hanno dimostrato di essere particolarmente efficaci sul pubblico, sempre più attratto dai contenuti visivi, grazie alla possibilità di analytics e insights che Instagram offre a chi sceglie di utilizzare il social per il business.
  • La personalizzazione delle inserzioni
    È possibile specificare, per ogni inserzione, quale deve essere il suo obiettivo in termini di azioni: deve aumentare la notorietà della marca o del prodotto, e quindi essere mostrato al numero maggiore di persone possibili? Oppure deve spingere gli utenti a visitare il sito web? O ancora, deve stimolare le conversioni sul sito web, come l’acquisto di un prodotto o il download di un’app?
  • La possibilità di targettizzare le inserzioni
    Ogni sponsorizzazione può (e dovrebbe!) essere opportunamente targettizzata, per raggiungere il giusto pubblico: è piuttosto inutile mostrare un prodotto per mamme a ragazzi che hanno meno di venti anni, così come può essere conveniente far vedere l’evento di un concerto a Napoli agli appassionati di musica italiana. La targettizzazione può essere fatta per luogo, età, dati demografici, interessi e azioni intraprese sui social network.

 

Come iniziare a lavorare su Instagram

 

Naturalmente, bisogna essere iscritti al social network, seguendo la procedura standard che richiede una mail e una password. Per poter usufruire degli strumenti dedicati ad Instagram for Business, sarà sufficiente cliccare sul pulsante “Passa a un profilo aziendale”, presente nelle impostazioni. Attenzione: servirà collegare l’account a una pagina Facebook, poi verranno richieste altre informazioni come l’indirizzo e gli orari di apertura.

 

Le tipologie di contenuti

Instagram è un social network che ha il particolare pregio di stare sempre sul pezzo, stimolando i suoi utenti e mantenendoli attivi con possibilità sempre nuove. Le tipologie di contenuti disponibili attualmente, nonché quelli che è possibile utilizzare per un’inserzione, sono:

 

  1. Foto: quando è nato, Instagram permetteva di postare sul wall soltanto foto quadrate, che potevano essere personalizzate attraverso una decina di filtri colorati. Adesso esiste la possibilità di inserire fotografie rettangolari di qualsiasi formato, e di usufruire di alcune elementari opzioni di fotoritocco (luminosità, contrasto, saturazione, ombre, vignettatura, nitidezza, sfumatura, …).
  2. Video: i video hanno rivoluzionato i contenuti presenti su Instagram in maniera inaspettata, essendo di loro natura una tipologia di post sempre molto visualizzata e apprezzata. Tra le possibilità dei formati video, un tipo che ha avuto molto successo è stato quello dei Boomerang: essenzialmente, sono minivideo di due secondi che vengono mandati in loop svariate volte, creando un effetto molto divertente.
  3. Gallery: recentemente, Instagram ha introdotto la possibilità di inserire, in un singolo post, un insieme di massimo dieci foto o video. Questa novità può prestarsi a soluzioni di post particolarmente creative.
  4. Stories: la più grande rivoluzione del social network è stata quando ha introdotto, sul modello dell’altro promettente social network Snapchat, le storie. Si tratta di contenuti volatili, dal formato verticale e che si cancellano automaticamente dopo 24 ore dalla pubblicazione.

 

Se utilizzato correttamente e con una frequenza adeguata, Instagram può rivelarsi un ottimo canale di comunicazione, che si presta a soluzioni creative per le aziende e per i professionisti.

 

 

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.