Processo tributario telematico

Ti basta per leggerlo tutto

Ti basta per leggerlo tutto

Ampliamento della sperimentazione in ambito di Processo Tributario Telematico

Con Decreto del 30 giugno 2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 luglio 2016, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha finalmente varato l’ampliamento delle aree di sperimentazione relative al Processo Tributario Telematico, così come informalmente annunciato dal Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze Luigi Casero durante il suo intervento alla seconda giornata del “Forum PA 2016”.
Tale decreto, che all’articolo 1 si limita a richiamare il Decreto MEF 163/2013 ed il decreto 4 agosto 2015 contenente le specifiche tecniche relative a tale procedura telematica, con l’articolo 2 disegna un calendario a scaglioni per l’avvio del PTT in sei regioni italiane.
Sarà dunque permesso il deposito telematico degli atti del processo tributario, in commissione provincia e regionale, per tutti gli atti notificati a partire:
a) dal 15 ottobre 2016 per le regioni Abruzzo e Molise;
b) dal 15 novembre 2016 per le regioni Piemonte e Liguria;
c) dal 15 dicembre 2016 per le regioni Veneto ed Emilia Romagna.
Non più solo Umbria e Toscana, quindi, potranno usufruire dei servizi digitali di consultazione e deposito nell’ambito dei procedimenti tributari.
A questo indirizzo è possibile reperire il testo del decreto MEF 30 giugno 2016 così come pubblicato in Gazzetta Ufficiale:
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-07-12&atto.codiceRedazionale=16A05041&elenco30giorni=false
 
A cura di Luca Sileni – Avv.to iscritto all’ordine di Grosseto referente informatico dell’ODA di Grosseto e Segretario del Centro Studi Processo Telematico

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Processo tributario telematico", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *