news

Contenuti Brandizzati

Contenuti Brandizzati

14/09/2018
Idee digitali

I tag richiesti da Facebook

Avevamo già parlato in questo articolo dei vantaggi di inserire all’interno del piano di comunicazione della propria PMI un’attività di Influencer Marketing.

Nell’ultimo periodo questo tipo di attività crescono a vista d’occhio e Facebook ed Instagram hanno deciso di inserire una nuova funzionalità per agevolare sia gli influencer, creatori del contenuto pubblicitario, che le aziende.

Tutti quei contenuti in cui vengono inseriti o in cui si parla di un prodotto o di un brand realizzati dietro compenso adesso devono essere obbligatoriamente pubblicati come contenuti brandizzati come descritto nella nuova Content Policy di Facebook.

In questo modo, l’utente è in grado di distinguere un contenuto pubblicitario da un contenuto personale che non ha finalità commerciali.

Realizzare un contenuto brandizzato è molto semplice. L’influencer dovrà fare richiesta per accedere al Branded Content Tool attraverso questo link. Dopo qualche giorno dall’invio della richiesta, il sistema invia una notifica che avvisa l’influencer di essere entrato nel programma di monetizzazione con i contenuti brandizzati.

Nella creazione del post, l’Influencer dovrà selezionare l’icona “handshake”, il simbolo di una stretta di mano, e dovrà inserire il tag della pagina Facebook del brand che sta sponsorizzando.

Il contenuto brandizzato apparirà nel feed Facebook con il tag “con” seguito dal nome dell’azienda.

La pagina taggata riceverà una notifica non appena il post verrà pubblicato e avrà la possibilità di accedere alle statistiche di copertura e visualizzazione del post all’interno della sezione Insight, sotto la voce Branded Content della propria pagina aziendale.

La funzione “Boost Post” sotto la colonna “Promot”e dei Branded post pubblicati permette di ricondividere il contenuto brandizzato sulla propria pagina aziendale, aumentando così la copertura e l’interazione con il post.

Grazie ai contenuti brandizzati, le aziende potranno misurare direttamente i risultati delle campagne di Influencer Marketing che hanno attivato, valutarne l’efficacia per gestire al meglio il proprio budget pubblicitario. Inoltre i contenuti con il tag, riconosciuti agli occhi dell’utente come product placement, saranno più credibili.

Il tag del contenuto brandizzato può essere attivato per ogni tipo di contenuto condivisibile su Facebook: foto, video, contenuti testuali, link, instant article, video 360° e anche all’interno delle Live video.

Uno dei vantaggi tecnici della creazione di un contenuto brandizzato è la possibilità da parte dell’azienda di poter realizzare delle inserzioni su quel contenuto.
In questo modo, l’azienda potrà avere pieno controllo su quel post e decidere quale obiettivo selezionare per la sponsorizzazione, quanto budget investire e a quale pubblico indirizzare l’inserzione.

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.