news

eCommerce vocale

eCommerce vocale

16/10/2017
Idee digitali

Nuove customer experience in arrivo

 

Fare la spesa online passeggiando per casa e parlando al telefono oppure al pc. Anche Walmart, il più grande retailer mondiale, in collaborazione con Google, ha deciso di investire sullo shopping online.

Succede negli USA, dove i clienti Walmart possono ora iniziare ad acquistare più di 2 milioni di articoli tramite Google Assistant, la piattaforma che riconosce il parlato e applica l’Intelligenza Artificiale per la corretta interpretazione del linguaggio.

«Daremo ai clienti una esperienza di acquisto che oggi non esiste», ha dichiarato Marc Lore, il capo dell’eCommerce di Walmart, nell’annuncio dato ad agosto.

Si tratta di un ambito fino a questo momento dominato da Amazon con Alexa e Amazon Echo, già diffuso in milioni di case.

Con questa iniziativa, infatti, Walmart ha voluto contrastare l’avanzata incessante di Amazon che, lo scorso mese di giugno, ha acquistato Whole Foods, la più celebre catena di organic foods, praticando un ribasso dei prezzi per rilanciare la catena e assicurarsi così il controllo di un attore di peso nella grande distribuzione americana e britannica.

È una guerra aperta e l’accordo tra Walmart e Google avrà sicuramente delle forti ripercussioni nell’e-commerce e nel retail, ma più di tutto segna un’accelerazione nell’utilizzo dell’interazione vocale, che si diffonderà in numerosi ambiti, segnando un cambiamento radicale della customer experience.

Secondo uno studio di Gartner i dispositivi VPAenabled wireless speaker, dove VPA sta per Virtual Personal Assistant, saranno sempre più venduti, creando un mercato da 3 miliardi di dollari nel 2021, e sono destinati ad avere una grande diffusione anche in ambito business a partire da 2019. I primi settori di applicazione saranno sanità e hospitality, e in seguito tutto il mondo del retail con applicazioni che permetteranno anche il pagamento.

Walmart ha già annunciato che l’anno prossimo proseguirà con l’introduzione del voice-activated shopping in 4.700 negozi fisici negli Usa.

Inoltre, un altro aspetto importante dell’accordo riguarda la possibilità per i clienti di collegare il proprio Google account a quello di Walmart, in modo da ricevere consigli personalizzati in base al proprio comportamento.

Ma le innovazioni non si fermano qui. L’ultima idea di Walmart è quella di perfezionare ulteriormente il servizio, recapitando la spesa ordinata online direttamente nel frigorifero di casa. In che modo? Dotando le abitazioni di serrature con codice digitale (usa e getta) e telecamere di sorveglianza, in partnership con la startup August Home.

 

In pratica, un corriere specializzato entra inserendo il codice e consegna, mentre il proprietario riceve una notifica sul suo smartphone e può seguire le operazioni tramite una videocamera.

 

L’innovativo servizio è ora in fase di test in California ed è limitato ai proprietari di dispositivi August, ma se l’esperimento dovesse avere degli esiti positivi è prevedibile immaginare l’estensione della partnership ad altri brand.

 

 

 

 

 

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.