news

I Digital Trend del 2017

I Digital Trend del 2017

02/01/2017
Idee digitali

Come professionisti e PMI possono sfruttare a proprio vantaggio le nuove tendenze digitali

Anticipare la moda è fondamentale per chiunque faccia business. Per i professionisti e le imprese che vogliono interfacciarsi col mondo digitale, una delle caratteristiche più rilevanti diventa, infatti, l’interpretazione delle ultime tendenze, per saperle sfruttare a proprio vantaggio e prima degli altri.

Social network, tech, digital, web design: vediamo cosa, secondo gli esperti, rappresenterà il top del 2017.

 

BOT

Un bot (l’abbreviazione di robot) è un software che risponde automaticamente alle richieste degli utenti che interagiscono con esso. Alcuni famosi esempi di bot sono Siri, Cortana e Amazon Echo, ma Zuckerberg ha annunciato che presto i bot saranno disponibili anche su Facebook Messenger. Non è difficile prevedere un utilizzo dei bot nell’area del customer caring.

Aree di applicazione: customer caring, assistenti virtuali, robotica educativa, educational.

 

BIG DATA

Big Data è il termine usato per descrivere una raccolta di dati così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l’estrazione di valore. Alcune ricerche hanno mostrato come il mercato dei Big Data crescerà dagli attuali 1,7 miliardi a 9,4 miliardi nel 2020.

Aree di applicazione: cloud computing, data analysis, IT.

 

LIVE VIDEO

I video in diretta sono improvvisamente diventati il nuovo giocattolo preferito degli utenti di Internet. Sono tanti i social che li hanno ormai introdotti ufficialmente, a cominciare dall’acquisizione di Periscope da parte di Twitter – ma adesso anche Facebook, Instagram e YouTube offrono questa possibilità, promuovendola con forza nelle loro pagine di contenuti.

Ci si aspetta che anche i brand comincino ad utilizzare lo strumento dei video live per raccontarsi (oppure farsi raccontare dagli influencer).

Aree di applicazione: eventi, marketing.

 

VIDEO E FOTO 360°

Parallelamente ai video live, prenderanno sempre più piede nel 2017 i contenuti visivi a 360°, che già sono disponibili sul web e su alcuni social (primo fra tutti Facebook). Uno dei motivi è da ricercarsi nella diffusione dei dispositivi che permettono di fruire questo tipo di contenuto immersivo (per esempio gli Oculus Rift).

Aree di applicazione: web video, cinema.

 

MARKETING IMMERSIVO

Il 2017 sarà il punto di svolta nel modo in cui il pubblico interagisce con i contenuti video. Grazie al rilascio di nuovi software, di giochi e di device (si pensi al successo della app Pokemon GO), nel 2016 la realtà virtuale e la realtà aumentata sono diventate importanti tecnologie. Possiamo prevedere per quest’anno dei miglioramenti decisivi nei programmi e nei dispositivi che permettono di fruire i contenuti immersivi, ovvero quei contenuti che “avvolgono” il pubblico, che viene coinvolto al massimo.

Aree di applicazione: eventi, video, gaming.

 

INFLUENCER 2.0

Un influencer non è necessariamente una persona famosa: può essere un blogger, un utente attivo sui social oppure un videomaker che posta i suoi filmati sul web e che ha un grande seguito di pubblico. Il 2017 segnerà definitivamente la tendenza, già ampiamente cavalcata, del ricorso agli influencer da parte dei brand, che iniziano a preferirli ai classici testimonial del mondo dello spettacolo, della televisione e dello sport. Questo perché un influencer è, di norma, più vicino al pubblico, e quindi maggiormente in grado di coinvolgerlo e farsi percepire in modo autentico e non costruito.

 

Aree di applicazione: social, marketing.

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.