news

Il ROI nel Digital Marketing

Il ROI nel Digital Marketing

09/12/2016
Idee digitali

Come misurare le conversioni del marketing digitale

 

Abbiamo già sottolineato come nel mondo del digital marketing si stiano sviluppando una serie di strumenti per misurare Big Data e l’impatto quantitativo e qualitativo delle proprie campagne online come Google Analytics. Tuttavia, non è sempre così facile riuscire a calcolare il ROI delle attività di marketing digitale e il ritorno sull’investimento fatto.

 

Il ROI del marketing digitale

Il Return Of Investiment è un parametro di bilancio che indica la redditività e il beneficio economico di un dato capitale investito in una specifica attività e nel nostro caso in attività di marketing digitale. In questo modo un’azienda può misurare il ritorno sui suoi investimenti e prendere delle decisioni in base ai risultati raggiunti e attesi di solito legati alla performance delle vendite.

 

Il ROI si calcola sottraendo ai profitti gli investimenti e dividendo il risultato per gli investimenti moltiplicati per cento, es. (Profitti – Investimenti) / Investimenti x 100. Anche se la formula sembra piuttosto semplice, non è così facile determinare questo parametro quando si parla di marketing digitale.

 

Secondo una ricerca condotta da Adobe solo il 23% di coloro che lavorano nel marketing dicono di riuscire a misurare facilmente i ricavi dei propri investimenti nel digitale e solo l’8% afferma di poter misurare la propria attività nei social media. Il 51% invece afferma che sia ancora piuttosto difficile giustificare con dati precisi l’efficacia delle loro attività digitali e il 15% invece afferma che al momento non si preoccupa di trovare il ROI legato a queste attività.

 

In linea teorica, le attività digitali sono più facilmente tracciabili dei media tradizionali e sono più misurabili proprio perché è possibile rintracciarne lo storico e studiare i dati con dei report e con degli strumenti di analytics. Tuttavia, questo discorso può essere applicato solo ad un’analisi quantitativa, mentre quando si parla di analisi qualitativa la questione si complica.

 

In generale l’ecosistema digitale sta diventando sempre più complesso e si sta rinnovando in un’ottica di business sviluppando nuovi strumenti e funzionalità. Prendere in considerazione solo costi e ricavi non è necessariamente un metodo di osservazione corretto per determinare il successo o il successo delle attività digitali.

 

Secondo una ricerca effettuata da Microsoft Advertising e l’agenzia di esperti in econometria BrandScience sarebbe più corretto affidarsi al RROI piuttosto che al ROI, ma cos’è? Il RROI è un parametro che si ottiene dividendo i ricavi ottenuti dall’attività digitali per i costi sostenuti. Utilizzando questo parametro, le attività digitali superano di gran lunga altri media tradizionali come televisione, inserzioni e affissioni.

 

Inoltre, secondo lo studio le attività di marketing digitale se affiancate ad altre attività di marketing, ne migliorano notevolmente la performance. Questo ci dice che, le attività digitale hanno sicuramente un valore di per sé, ma che se inserite all’interno di un progetto di comunicazione più ampio in modo coerente e con una strategia integrata e multicanale rappresentano un valore aggiunto rendendo la strategia vincente ed efficace.

 

Una volta definito il parametro da utilizzare è importante poi riuscire a tradurre i report dei vari canali digitali dai social media, al sito web e dalle DEM al blog utilizzando la stessa misura. Le varie piattaforme utilizzano diverse modalità di report. In questo caso è molto importante definire un modello unico di misurazione e di indicatori di successo applicabili e ripetibili in modo da poter presentare i risultati delle varie attività in modo unitario.
Infine, un altro aspetto non da poco, riguarda le tempistiche dell’attività di comunicazione. Prima di attuare una strategia è fondamentale delineare dei KPI ben precisi e definire degli obiettivi di breve, medio e lungo periodo. Non sempre una strategia risulta efficace sia nel breve che nel lungo periodo. In questo caso è importante non focalizzarsi troppo sui risultati intermedi quando è la visione d’insieme ad essere l’obiettivo finale.

 

 

 

 

****

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

 

A cura di Eggers 2.0.

Comments are closed.