news

Pubblicato il provvedimento in tema <br> di credito d’imposta sui registratori telematici

Pubblicato il provvedimento in tema
di credito d’imposta sui registratori telematici

04/03/2019
Digitalizzazione

Pubblicato lo scorso 28 febbraio il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 49842 ad oggetto “Definizione delle modalità di attuazione del credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri – articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127”.

 

In particolare il provvedimento riporta che:

 

  • Il credito d’imposta spettante in relazione alle spese sostenute negli anni 2019 e 2020 per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti utilizzati per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241;

 

  • Il credito d’imposta è pari al 50 per cento della spesa sostenuta, fino a un massimo di 250 euro in caso di acquisto e di 50 euro in caso di adattamento, per ogni strumento, ed è utilizzato a decorrere dalla prima liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto successiva al mese in cui è registrata la fattura relativa all’acquisto o all’adattamento degli strumenti e sia stato pagato, con modalità tracciabile, il relativo corrispettivo;

 

  • Il credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta in cui è stata sostenuta la spesa e nella dichiarazione degli anni d’imposta successivi, fino a quando se ne conclude l’utilizzo.

 

 

Con risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n.33 del 1 marzo 2019,  al fine di consentire l’utilizzo in compensazione tramite modello F24 del suddetto credito d’imposta, è stato istituito il codice tributo “6899” denominato “Credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri – articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127”.

 

 

Link: www.agenziaentrate.gov.it

 

 

 

 

Umberto Zanini, Dottore Commercialista e Revisore Legale

Comments are closed.