news

WhatsApp apre alle aziende

WhatsApp apre alle aziende

06/10/2017
Idee digitali

Profili verificati e nuove opportunità di business

 

Creare valore per le persone, e ora anche per le aziende.

Con questo annuncio WhatsApp si è detta pronta a rilasciare la versione business dell’applicazione con l’obiettivo probabile di entrare nel business dell’e-commerce.

Nella dichiarazione ufficiale si legge: “Stiamo costruendo e testando nuovi strumenti, tramite l’applicazione WhatsApp Business, gratuita e per piccole attività, e tramite una soluzione enterprise per aziende di maggiori dimensioni che operano su larga scala con una base clienti globale, quali compagnie aeree, siti di e-commerce e banche. Queste aziende potranno usare le nostre soluzioni per inviare ai loro clienti notifiche utili, come ad esempio gli orari di un volo, conferme di avvenuta consegna, o altri aggiornamenti”.

Questo darà vita alla creazione di veri e propri profili aziendali che, prima di diventare tali, passeranno sotto esame e saranno controllati da WhatsApp. Una volta certificati verranno contrassegnati con un’icona di colore verde che identifica l’autenticità.

In chat saranno facilmente riconoscibili perché appariranno con il nome dell’attività anziché con il numero di telefono associato, anche quando quest’ultimo non è memorizzato ad esempio nella rubrica.

La probabilità che vengano realizzate azioni insistenti di spam è alta, ma WhatsApp ha già provveduto: gli utenti, se si sentono disturbati, potranno bloccare in qualsiasi momento un contatto aziendale indesiderato o spam.

Tra i primi a testare le nuove funzioni di WhatsApp c’è stata la compagnia aerea Klm, che ha deciso di fornire via chat ai suoi passeggeri la conferma della prenotazione, la notifica del check-in, la carta d’imbarco e tutte le informazioni sul volo prenotato. Tramite WhatsApp Business la compagnia offrirà anche il servizio di assistenza clienti in 10 lingue.

Sicuramente per le aziende l’ingresso nell’app rappresenta una grandissima opportunità perché saranno messe in contatto con un bacino di circa 1,3 miliardi di persone. I guadagni potranno quindi essere significativi e le relazioni stabilirsi molto rapidamente, data la natura dell’applicazione.

Come evidenzia Il Sole 24 Ore, l’arrivo di WhatsApp Business è contestuale all’introduzione di WhatsApp Payments, un servizio di pagamento che servirà per effettuare transazioni finanziarie fra utenti in modalità peer to peer.

Questa contestualità conduce inevitabilmente alla conclusione che i due servizi saranno sicuramente integrati, cambiando integralmente la natura di WhatsApp che, da applicazione di messaggistica istantanea, potrà diventare una piattaforma all’interno della quale effettuare pagamenti e acquisti di beni e servizi.

 

 

 

Idee digitali è la nuova rubrica del portale Sistemiamo l’Italia, pensata con l’obiettivo di offrire agli studi professionali e alle PMI consigli utili su come utilizzare i social network e sfruttare le possibilità offerte dal web per migliorare la comunicazione digitale, apportando vantaggi alla propria professione.

A cura di Eggers 2.0.

1 Commento

  1. Anonimo dice:

    Stupendo!