Fatturazione elettronica

Tempo di lettura:

Tempo di lettura:

Al via le precompilate IVA

Con il 1° gennaio 2021 parte una nuova fase per i contribuenti: le precompilate IVA. Ma quali sono i contribuenti coinvolti? Come verranno prodotte le precompilate IVA? Dove saranno reperibili? In questo articolo andremo a dare una risposta a tutte queste domande.

Documenti disponibili

Dalle operazioni effettuate dal 1° gennaio 2021, parte l’avvio sperimentale delle precompilate IVA, che consiste nella messa a disposizione dei contribuenti nell’area “Fatture e corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate, delle bozze dei registri IVA acquisti e vendite, delle liquidazioni periodiche IVA e della dichiarazione annuale IVA.

L’art. 4, primo comma, del decreto legislativo n.127 del 5 agosto 2015, prevedeva infatti che: “A partire dalle operazioni IVA effettuate dal 1° gennaio 2021, in via sperimentale, nell’ambito di un programma di assistenza on line basato sui dati delle operazioni acquisiti con le fatture elettroniche e con le comunicazioni delle operazioni transfrontaliere nonchè sui dati dei corrispettivi acquisiti telematicamente, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione di tutti i soggetti passivi dell’IVA residenti e stabiliti in Italia, in apposita area riservata del sito internet dell’Agenzia stessa, le bozze dei seguenti documenti:

  • registri di cui agli articoli 23 e 25 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633;
  • liquidazione periodica dell’IVA;
  • dichiarazione annuale dell’IVA”.

Il programma è perfettamente in linea con le indicazioni impartite dall’OCSE che suggerivano alle Agenzie delle Entrate dei diversi Stati di adottare un nuovo paradigma nel monitorare i contribuenti, non più incentrato sui controlli ex-post eseguiti sulle dichiarazioni trasmesse, quanto piuttosto di diventare artefice della compliance fiscale attivando una diretta interazione con i contribuenti, consentendo quindi a questi di avere un minor costo di compliance, e all’Agenzia delle Entrate avere un sistema di monitoraggio molto più efficace.

Soggetti coinvolti

Dopo l’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica tramite il sistema di interscambio, e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi tramite i registratori telematici, si parte ora con la terza fase che consiste appunto nella messa a disposizione dei contribuenti delle precompilate IVA. Così come già avvenuto in passato per il Mod.730 precompilato, anche in questo caso vi sarà un avvio graduale, e quindi vi sarà una prima fase in cui rientreranno solo una circoscritta platea di contribuenti, dopodiché verrà estesa a tutti i restanti soggetti IVA.

In questa prima fase sperimentale, che riguarderà gli anni 2021 e 2022, rientreranno i soggetti che effettuano la liquidazione IVA trimestrale per opzione, stimati in circa 2,3 milioni, con esclusione dei soggetti che operano in particolari settori quali l’editoria o le agenzia di viaggio.

Elaborazione del registro IVA acquisti

Il sistema di produzione delle precompilate IVA sarà alimentato dai dati provenienti da tre fonti: dalle fatture elettroniche transitate dal sistema di interscambio, dai dati dei corrispettivi ricevuti dal sistema ricevente, e dall’esterometro trasmesso a seguito di operazioni compiute con soggetti esteri.

Per poter alimentare correttamente le precompilate IVA, è stato necessario introdurre sia nuovi tipi di documenti (TD16, TD17, TD18, etc), che dettagliare il campo <Natura>, prevedendo nuovi codici N2 (Non soggette), N3 (Non imponibili) e N6 (Inversione contabile).

Le regole alla base della elaborazione del registro IVA acquisti, dovrebbero essere le seguenti:

  • si presume che il diritto alla detrazione sia esercitato nel mese di riferimento, e quindi nelle bozze del registro IVA acquisti saranno comprese le fatture ricevute (cioè con data di ricezione o di presa visione) tra il primo giorno del mese di riferimento e il 15° giorno del mese successivo, aventi però la data ricadente nel mese di riferimento o nei mesi precedenti;
  • la detrazione IVA verrà eseguita tramite criteri presuntivi, e quindi al contribuente verrà proposta nella prima videata la % di detraibilità delle fatture di acquisto, mentre per gli operatori IVA con il pro-rata verrà proposta la % indicata nel campo VF34, colonna 9, della dichiarazione IVA dell’anno precedente;
  • Il soggetto IVA troverà ogni mese le fatture ricevute nei mesi precedenti che ha deciso di non annotare, e questo fino alla scadenza della dichiarazione IVA.

Dal 5° giorno successivo al mese di riferimento e sino al 15° giorno, sarà possibile intervenire a integrare le bozze dei registri IVA acquisti e vendite inserendo le informazioni mancanti, quali per esempio:

  • I dati delle fatture di acquisto non pervenute dal sistema di interscambio;
  • I dati delle fatture di acquisto pervenute da fornitori esteri;
  • I dati delle fatture di vendita inviate a fornitori esteri (se non inviata la fattura con 7X);
  • I dati delle bollette doganali inerenti le esportazioni e le importazioni.

Se le bozze dei registri IVA sono corrette, anche previe opportune integrazioni eseguite dal contribuente o dall’intermediario ex art.3 DPR 322/98, tramite apposita funzione potranno essere convalidate entro il 15° giorno successivo al mese di riferimento, e questo comporta che:

  • I registri IVA sono memorizzati dall’Agenzia delle Entrate;
  • È possibile modificare i dati per la predisposizione delle liquidazioni periodiche IVA e della dichiarazione IVA;
  • Viene comunicato al contribuente che per il mese di riferimento è possibile usufruire dell’esonero dalla tenuta dei registri IVA acquisti e vendite.

Se le bozze dei registri IVA non sono convalidate:

  • non sarà possibile modificare i dati per la predisposizione delle liquidazioni periodiche IVA e della dichiarazione IVA;
  • viene comunicato che per il mese di riferimento NON è possibile usufruire dell’esonero dalla tenuta dei registri.
Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Fatturazione elettronica", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *