FAQ • Lavoro e HR

I nuovi esoneri contributivi sono “illimitati” o c’è un limite di spesa?

Gli esoneri contribuitivi del D.L. n.104/2020 hanno un limite?

Di norma sono previsti specifici limiti di spesa. Ciò accade, per esempio, nel caso dell’esonero per le nuove assunzioni a tempo indeterminato di cui all’articolo 6 del D.L. n. 104/2020 il quale, al co. 4, dispone che il beneficio ex co. 1 (nuove assunzioni a tempo indeterminato) e 3 (trasformazioni a tempo indeterminato) è riconosciuto nel limite di minori entrate contributive di 371,8 milioni di euro per il 2020 e 1.024,7 milioni per il 2021. L’Inps monitora il rispetto del limite di spesa e informa il Ministero del lavoro e quello dell’economia: se emergono scostamenti, anche in via prospettica, rispetto a esso, non sono adottati altri provvedimenti concessori. Non va però escluso un eventuale rifinanziamento in futuro.

Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Lavoro e HR", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *