news

I principali punti emersi dal convegno <br> “Trasformazione digitale:B2B …or not to be”

I principali punti emersi dal convegno
“Trasformazione digitale:B2B …or not to be”

27/06/2016
Digitalizzazione

Lo scorso 16 giugno si è tenuto a Milano presso l’auditorium di Assolombarda il tradizionale convegno di presentazione dei risultati della ricerca svolta dall’Osservatorio “Fatturazione elettronica e dematerializzazione” della School of Management del Politecnico di Milano.

 

Come di consueto la partecipazione è stata numerosa, con una platea di oltre 500 persone provenienti dal mondo delle imprese, delle software house, dei provider EDI e di fatturazione elettronica, delle banche e delle professioni.

Tutti interessanti gli interventi dei relatori e delle due tavole rotonde, ed i principali aspetti emersi li possiamo sintetizzare nei seguenti 5 punti:

 

  • La principale barriera alla digitalizzazione rimane ancora la “resistenza al cambiamento”

Il 67% delle imprese intervistate nel corso dell’indagine svolta dall’Osservatorio “Fatturazione elettronica e dematerializzazione” che ha coinvolto numerose grandi imprese e PMI, ha dichiarato che uno dei principali ostacoli ad avviare progetti di digitalizzazione rimane ancora la resistenza culturale al cambiamento;

 

  • Le soluzioni per digitalizzare non sono costose

Delle imprese intervistate, solo il 17% ha rilevato come barriera alla digitalizzazione l’eccessivo costo dei software (se soluzione in-house) oppure dei servizi offerti dai provider se esternalizzati;

 

  • Conservazione digitale, GED e workflow le principali aree di investimento nei prossimi anni

La conservazione digitale, la gestione elettronica ed i workflow saranno le principali aree di investimento che le imprese hanno dichiarato di compiere nei prossimi anni;

 

  • Le imprese non hanno sfruttato il volano della fattura elettronica alla PA

Sono oltre 750.000 le imprese coinvolte nell’obbligo della fatturazione elettronica alla PA, che hanno trasmesso oltre 38 milioni di fatture elettroniche a ben 56.000 uffici della PA, ma purtroppo solo il 17% delle imprese hanno dichiarato di avere colto l’occasione per rivedere in un’ottica digitale i propri processi di fatturazione;

 

  • Dal 2018 necessario un obbligo di trasmissione dei dati fatto anche con la fattura elettronica

Anche se il Decreto Legislativo 5 agosto 2015 n.127 prevede che dal 2017 le imprese ed i professionisti potranno optare per la trasmissione dei dati impiegando anche la fatturazione elettronica con il Sistema di Interscambio, da più parti è emersa la necessità di spingere verso la semplificazione fiscale introducendo dal 2018, dopo quindi 1 anno di sperimentazione, l’obbligo per le imprese di trasmettere tutti i dati delle fatture, oppure in alternativa veicolare le fatture elettroniche ai clienti in formato XML/PA tramite il Sistema di Interscambio.

 

Link: www.osservatori.net

 

A cura di Umberto Zanini, Dottore Commercialista e Revisore Legale

Comments are closed.