Crisi di impresa

Tempo di lettura:

Tempo di lettura:

La fase interpretativa dei risultati relativi al rendiconto finanziario – Quarta parte

Come interpretare i risultati che derivano dal rendiconto finanziario? Approfondiamo la tematica in quattro parti: in questo articolo approfondiamo gli indici di composizione delle fonti.

Gli indici di composizione delle fonti

A conclusione della fase interpretativa del rendiconto finanziario, proponiamo un prospetto riepilogativo in cui è possibile rappresentare le varie voci di impieghi e fonti, sia per importi che per peso percentuale, divisi tra operazioni relative al CF Operativo e operazioni relative al CF Extra-operativo (si vedano a tal proposito anche gli articoli La fase interpretativa dei risultati relativi al rendiconto finanziario, parte prima, seconda e terza).

RENDICONTO FINANZIARIO DEI FLUSSI DI CASH FLOW

IMPIEGHI     FONTI    
VOCI DI BILANCIO IMPORTI % VOCI DI BILANCIO IMPORTI %
Crediti verso clienti entro i dodici mesi     Debiti verso istituti di previdenza    
Crediti verso fornitori entro i dodici mesi     Crediti verso clienti oltre i dodici mesi    
Debiti verso dipendenti     ……    
…..          
Totale impieghi correlati alla gestione reddituale     Totale fonti correlate alla gestione reddituale    
CASH FLOW OPERATIVO (se negativo) <0     CASH FLOW OPERATIVO (se positivo) >0    
Impieghi correlati alla gestione finanziaria     Fonti correlate alla gestione finanziaria    
Crediti verso altri entro 12 mesi     Crediti verso altri entro 12 mesi    
Crediti verso altri oltre 12 mesi     Crediti verso altri oltre 12 mesi    
Debiti verso banche entro 12 mesi     Debiti verso banche entro 12 mesi    
…..     ……    
Totale impieghi correlati alla gestione finanziaria     Totale fonti correlate alla gestione finanziaria    
Impieghi correlati alla gestione investimenti-patrimoniale     Fonti correlate alla gestione investimenti-patrimoniale    
Costi di impianto e ampliamento     Costi di impianto e ampliamento    
Attrezzature industriali e commerciali     Attrezzature industriali e commerciali    
Minusvalenze da alienazioni          
Tot. impieghi correlati alla gestione  straordinaria     Tot. fonti correlate alla gestione  straordinaria    
TOTALE IMPIEGHI     TOTALE FONTI    
SALDO (AUMENTO DEL CASH FLOW)     SALDO (RIDUZIONE DEL CASH FLOW)    

Il prospetto sopra esposto permette una valutazione di giudizio esaminando in modo combinato i flussi di impieghi e di fonti, con i rispettivi vincoli di complementarità. In tal senso, è possibile indagare le voci di impieghi e fonti, in relazione al loro contributo in un’ottica temporale (entro e oltre i dodici mesi), distinti per area (reddituale, finanziaria, patrimoniale e tributaria). Non bisogna, infatti, dimenticare che le dinamiche finanziarie risentono dei giusti equilibri relativi all’armonica sincronizzazione tra entrate ed uscite di breve, medio e lungo termine, con attenzione all’area gestionale di provenienza.

Concludiamo l’analisi sui risultati, proponendo ulteriori indici utili all’interpretazione dei dati sui flussi finanziari dell’impresa:

  • Indice di copertura dei nuovi investimenti con i flussi di cassa totali
Cash Flow Totale
Totale nuovi investimenti in beni strumentali

L’indice stabilisce il contributo del CF totale alla copertura dei nuovi investimenti.

Volendo approfondire la portata informativa del predetto indice, potremmo stabilire quale sia stata la copertura del cash flow della gestione reddituale per l’acquisto di beni strumentali, ovvero:

  •   Indice di copertura dei nuovi investimenti con i flussi di cassa gestione reddituale
Cash Flow Gestione Reddituale
Totale nuovi investimenti in beni strumentali

È naturale che, ad esempio, un alto valore di quest’indice è espressione di una redditività che l’impresa è stata in grado di generare mediante l’utilizzo dei beni strumentali. Una dinamica reddituale non corretta potrebbe, invece, indurre l’impresa a ricorrere ai flussi di cassa provenienti dal capitale di terzi, o addirittura da operazioni di dismissioni.

Con riferimento alla redditività delle vendite potremmo determinare i seguenti indici:

  • Indice di redditività delle vendite in termini finanziari
Cash Flow Gestione Totale x100
Fatturato
Cash Flow Gestione Reddituale x100
Fatturato

Quest’ultimo indice di redditività “finanziaria” delle vendite potrebbe essere messo a confronto con l’indice di redditività “economica” delle vendite dato dal ROS=RO/Fatturato. In questo modo si ha la possibilità di affiancare a un’indagine di tipo statico, rappresentata dal ROS, che esprime la redditività delle vendite in termini di reddito operativo, un’indagine di tipo dinamico che chiarisce se quel reddito operativo si è successivamente trasformato in flusso di cassa della gestione caratteristica.

Dal confronto tra il reddito operativo e i flussi d cassa potremmo, invece, avere:

  • Indice di incidenza del reddito operativo sul flusso di CF Totale
Reddito Operativo
Cash Flow Gestione Totale
  • Indice di incidenza del reddito operativo sul flusso di CF Reddituale
Reddito Operativo
Cash Flow Gestione Reddituale
  • Indice di incidenza del reddito operativo sul flusso di CF Extra-Reddituale
Reddito Operativo
Cash Flow Gestione Extra-Reddituale

Richiamando la redditività degli investimenti totali, o anche la redditività degli investimenti impiegati nella sola gestione caratteristica, è possibile verificare la copertura dei medesimi grazie ai flussi finanziari prodotti dalle differenti gestioni. Per cui avremo:

  • Indice di redditività degli investimenti con riferimento al CF Totale
Cash Flow Gestione Totale x100
Capitale investito (anche solo nella gestione reddituale)
  • Indice di redditività degli investimenti con riferimento al CF Reddituale
Cash Flow Gestione Reddituale x100
Capitale investito (anche solo nella gestione reddituale)
  • Indice di redditività degli investimenti con riferimento al CF Extra-Reddituale
Cash Flow Gestione Extra-Reddituale x100
Capitale investito (anche solo nella gestione reddituale)

Così come visto in precedenza, anche in questa circostanza si potrebbe fare un raffronto con l’analisi per indici e specificatamente considerando il ROI, il ROA, ecc.. A titolo esemplificativo, il ROI =RO/CI è rappresentativo della produttività aziendale che troverebbe una validità o meno di natura finanziaria dal raffronto tra il CF operativo e il capitale investito. 

Volendo verificare l’adeguatezza alla copertura dei finanziamenti, sempre riferito alle tre classi di cash flow, avremo

  • Indice di adeguatezza finanziaria con riferimento al CF Totale
Cash Flow Gestione Totale
Rata rimborso finanziamenti
  • Indice di adeguatezza finanziaria con riferimento al CF Reddituale
Cash Flow Gestione Reddituale
Rata rimborso finanziamenti
  • Indice di adeguatezza finanziaria con riferimento al CF Extra-Reddituale
Cash Flow Gestione Extra-Reddituale
Rata rimborso finanziamenti

L’adeguatezza finanziaria può essere indagata focalizzandosi, tra l’altro, sui soli oneri finanziari, volendo al netto dei proventi finanziari. In tal senso si esprime la copertura degli oneri finanziari con il contributo dei flussi di cassa totali operativi o extra-operativi. Naturalmente meglio se derivanti dalla gestione operativa.

Pertanto, avremo:

  • Indice di adeguatezza finanziaria con riferimento al CF Totale
Cash Flow Gestione Totale
Oneri finanziari (volendo al netto dei proventi finanziari)
  • Indice di adeguatezza finanziaria con riferimento al CF Reddituale
Cash Flow Gestione Reddituale
Oneri finanziari (volendo al netto dei proventi finanziari)
  • Indice di adeguatezza finanziaria con riferimento al CF Extra-Reddituale
Cash Flow Gestione Extra-Reddituale
Oneri finanziari (volendo al netto dei proventi finanziari)
Email per categoria

Se vuoi essere aggiornato sui contenuti della rubrica "Crisi di impresa", lascia la tua mail.

Registrandoti confermi di aver letto ed accettato la privacy *