news

Esonero Legge Bilancio 2017: verifiche e Uniemens

Esonero Legge Bilancio 2017: verifiche e Uniemens

08/11/2017
Gestione delle paghe

Secondo quanto precisato nella circolare Inps n. 109/2017, il controllo circa il possesso di tutti i requisiti stabiliti dalla legge per il diritto all’agevolazione pari a 3.250 euro per 36 mesi sarà svolto in via ispettiva, avvalendosi anche delle informazioni in possesso del MIUR. Con particolare riguardo all’apprendistato di I e III livello, l’Istituto ha precisato che costituiscono elementi probanti dello svolgimento dell’apprendistato duale:

a) il protocollo formativo stipulato tra datore di lavoro e istituzione formativa;

b) il contratto di apprendistato;

c) il piano formativo individuale;

d) il dossier individuale dell’apprendista;

e) la dichiarazione dell’istituzione scolastica e formativa attestante il conseguimento del titolo da parte del giovane.

 

Per quanto concerne i datori che operano con il sistema UniEmens, essi devono esporre i lavoratori per i quali spetta l’esonero valorizzando gli elementi <Imponibile> e <Contributo> della sezione <DenunciaIndividuale> (nell’elemento <Contributo> va indicata la contribuzione piena calcolata sull’imponibile previdenziale del mese). Per esporre il beneficio spettante dovranno essere valorizzati all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, elemento <Incentivo> i seguenti elementi:

a) nell’elemento <TipoIncentivo> va inserito il valore “BASL” avente il significato di “Esonero contributivo articolo unico, commi 308 e seguenti, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232”;

b) nell’elemento <CodEnteFinanziatore> va inserito il valore “H00” (Stato);

c) nell’elemento <ImportoCorrIncentivo> va indicato l’importo posto a conguaglio relativo al mese corrente;

d) nell’elemento <ImportoArrIncentivo> va indicato l’importo dell’esonero contributivo relativo ai mesi di competenza da gennaio a giugno 2017.

Nota Bene Se, in un determinato mese, spetta un beneficio superiore alla soglia massima mensile di 270,83 euro, l’eccedenza può essere esposta nel mese corrente e nei mesi successivi e comunque rispettivamente entro il 1°, 2° e 3° anno di durata del rapporto di lavoro, fermo il rispetto della soglia massima di esonero contributivo alla data di esposizione in UniEmens.

 

 

 

A cura di Alberto Bosco – Esperto di diritto del lavoro, Giuslavorista, Pubblicista de Il Sole24Ore. Consulente aziendale e formatore.

Comments are closed.